13 Agosto 2020 - 05:29

Spagna: il divieto di pubblicità al gioco di Garzón mette a rischio 149 mln di investimenti

Il settore dei giochi e delle scommesse si è classificato all’11° posto nella classifica dei settori con il più alto investimento pubblicitario nel 2019. Il dato è salito a 145,6

13 Luglio 2020

Print Friendly, PDF & Email

Il settore dei giochi e delle scommesse si è classificato all’11° posto nella classifica dei settori con il più alto investimento pubblicitario nel 2019. Il dato è salito a 145,6 milioni di euro, l’11,8% in più rispetto all’anno precedente. Una portata maggiore nelle loro attività di marketing legate al gioco rispetto a settori come la salute, l’edilizia, l’abbigliamento o il tabacco, secondo lo studio InfoAdex sugli investimenti pubblicitari in Spagna 2020.

Il nuovo regolamento sulla pubblicità del gioco d’azzardo online creato dal Ministro Garzón porterà il settore dei giochi ad abbandonare quella posizione nella lista degli investimenti pubblicitari. Misure restrittive che faranno scomparire quasi 100 milioni di euro, poiché il resto è assunto da ONCE, che nel 2019 ha dedicato 49 milioni alla pubblicità dei suoi prodotti. 1% in più rispetto al 2018.

Con questo “taglio” di Garzón, le società calcistiche perderanno un reddito di 80 milioni, mentre i media vedranno diminuire notevolmente le loro fonti di finanziamento. L’impatto su radio e televisione potrebbe essere di circa 130 milioni di euro.

 

PressGiochi