15 Agosto 2020 - 03:23

Spagna. DGOJ pubblica il rapporto trimestrale sui giochi online

Al fine di fornire le informazioni più aggiornate possibili sulle principali variabili del mercato nazionale dei giochi online, il DGOJ pubblica da giugno 2012 i cosiddetti “rapporti trimestrali”. I dati

10 Luglio 2020

Print Friendly, PDF & Email

Al fine di fornire le informazioni più aggiornate possibili sulle principali variabili del mercato nazionale dei giochi online, il DGOJ pubblica da giugno 2012 i cosiddetti “rapporti trimestrali”. I dati del rapporto sono ottenuti dalle informazioni fornite al DGOJ trimestralmente dagli operatori di gioco autorizzati. Nel primo trimestre del 2020, sono state introdotte importanti innovazioni per quanto riguarda l’entità del margine di gioco netto (GGR) e la spesa promozionale, al fine di rendere il rapporto più omogeneo. Fino al 2019 la cifra del margine di gioco netto (GGR) è stata ottenuta direttamente dagli operatori. A partire dal primo trimestre del 2020, il margine di gioco netto viene calcolato in base alle dimensioni di base di partecipazione, premi, commissioni e corrispondenti premi rilasciati. D’altra parte, le spese di promozione per le obbligazioni sono suddivise in base al fatto che siano incluse nei premi (scommesse gratuite) o meno (obbligazioni roll-over).

Il GGR per il trimestre è stato di 217,97 milioni di euro, con un incremento del 17,65% rispetto al trimestre precedente e del 12,47% rispetto allo stesso trimestre del 2019. Del resto delle figure principali, depositi e prelievi dei giocatori, i tassi di variazione diminuiscono rispetto al trimestre precedente rispettivamente di -1,19% e -4,70%. Le spese di marketing sono aumentate del 2,85% rispetto al trimestre precedente e i nuovi conti hanno registrato un aumento rispetto allo stesso trimestre dell’anno precedente e una diminuzione rispetto al trimestre precedente. L’analisi della GGR da parte dei segmenti di gioco d’azzardo mostra che: 217,97 milioni di euro di GGR sono distribuiti in 110,62 milioni di euro in scommesse (50,75%); 3,69 milioni nel Bingo (1,69%); 77,59 milioni nel Casinò (35,60%), 1,88 milioni di euro nei Concorsi (0,86%) e 24,2 milioni di euro nel Poker (11,10%). Il segmento delle scommesse ha un tasso di crescita rispetto al trimestre precedente del 23,34% e dell’8,65% rispetto allo stesso trimestre dell’anno precedente. La variazione è dovuta principalmente alle scommesse sportive convenzionali, che sono aumentate del 45,42% e vivono del 10,77% rispetto al trimestre precedente.

Il bingo ha registrato una crescita del 12,44% rispetto al trimestre precedente e del 14,69% rispetto allo stesso trimestre del 2019. Nel segmento dei casinò, c’è stata una crescita dell’8,27% rispetto al quarto trimestre del 2019 e un tasso di variazione annuale del 16,76%. Questa crescita è dovuta principalmente al comportamento della roulette tradizionale e live con variazioni trimestrali rispettivamente del 22,46% e del 15,88%. Aumenta anche del 4,10% le macchine da gioco che dalla loro produzione nel 2015 hanno portato a quote di mercato sempre più elevate del casinò . I contest hanno registrato in questo trimestre un aumento del 208,23% e un tasso di variazione annuale del 99,50%. Questo segmento mostra un comportamento irregolare con tassi di variazione annui nel primo trimestre del -37,83% nel 2017; -80,20% nel 2018; 368,97% nel 2019. Il poker presenta un aumento del 20,76% rispetto al trimestre precedente e del 13,10% rispetto allo stesso trimestre dell’anno precedente in questo primo trimestre 2020. L’aumento è dovuto principalmente al torneo di poker, che registra un tasso di variazione trimestrale del 22,24%. Come risultato dei movimenti analizzati, la distribuzione percentuale della GGR nei diversi segmenti nei primi trimestri del periodo 2017-2020 è mostrata nella Tabella 2. Le spese di marketing nel trimestre sono state di 118,24 milioni di euro, con una crescita annua del 28,34% e suddivise in spese di affiliazione di 10,29 milioni di euro; sponsorizzazioni 6,04 milioni; promozioni 42.36 milioni; pubblicità 59,54 milioni. Rispetto al trimestre precedente, questa spesa è aumentata del 2,85% a causa dell’aumento delle promozioni dell’8,63% e della pubblicità dell’1,23%. Per la prima volta in questo trimestre, le promozioni sono suddivise in bonus rilasciati in premi 20,03 milioni di eur e non inclusi in premi 22,34 milioni di euro.

 

 

PressGiochi