27 Gennaio 2021 - 23:26

Sokratis Kokkalis torna al ruolo di amministratore delegato di Intralot

Il fornitore e operatore di giochi greco Intralot ha sostituito il suo amministratore delegato del gruppo per la seconda volta quest’anno, con il presidente Sokratis Kokkalis che è tornato al suo ruolo di primo piano venerdì scorso.

16 Novembre 2020

Print Friendly, PDF & Email

Il fornitore e operatore di giochi greco Intralot ha sostituito il suo amministratore delegato del gruppo per la seconda volta quest’anno, con il presidente Sokratis Kokkalis che è tornato al suo ruolo di primo piano venerdì scorso. In qualità di presidente del consiglio di amministrazione della società, Kokkalis è intervenuto per sostituire Christos Dimitriadis, che ha assunto il ruolo a marzo. Dimitradis assumerà una nuova posizione, supervisionando la crescita del fornitore nel mercato statunitense. Kokkalis ha ringraziato Dimitriadis, che è diventato amministratore delegato dalla sua posizione di chief services e delivery officer, per il suo contributo e gli ha augurato successo per il suo nuovo ruolo. Kokkalis in precedenza è entrato nel ruolo di amministratore delegato nel marzo 2019, in sostituzione di Antonios Kerastaris che era stato nel ruolo dal 2014. Non è ancora chiaro se Kokkalis assumerà il ruolo a titolo permanente o temporaneo. A settembre, i risultati pubblicati da Intralot hanno mostrato un calo dei ricavi del 55,5% su base annua per la prima metà del 2020, dopo che i settori B2B e B2C dell’azienda hanno affrontato difficoltà causate dalle lotte in Turchia e Bulgaria. I ricavi per i sei mesi fino al 30 giugno sono scesi a 168,2 milioni di euro, con i ricavi della divisione B2C (licensed operations) di Intralot che hanno registrato un calo del 74,9% a 57,7 milioni di euro. L’azienda ha dovuto affrontare una serie di difficoltà oltre alle turbolenze causate dalla pandemia di Coronavirus. Il suo marchio Eurofootball, rivolto alla Bulgaria, ha visto le attività interrotte dopo che la sua licenza è stata sospesa a febbraio. Anche la perdita del suo contratto di scommesse sportive in Turchia nel 2019 ha avuto un effetto a catena, visto come uno dei principali fattori di perdite nella divisione B2B e contratti governativi del fornitore.

 

 

 

PressGiochi