21 Settembre 2020 - 17:45

Snai. Nel primo semestre crescono i ricavi degli apparecchi, calano quelli delle scommesse

Il Consiglio di Amministrazione di SNAI S.p.A. riunitosi a Milano, sotto la presidenza di Gabriele Del Torchio, ha approvato la relazione finanziaria semestrale del Gruppo SNAI al 30 giugno 2015,

30 Luglio 2015

Print Friendly, PDF & Email

Il Consiglio di Amministrazione di SNAI S.p.A. riunitosi a Milano, sotto la presidenza di Gabriele Del Torchio, ha approvato la relazione finanziaria semestrale del Gruppo SNAI al 30 giugno 2015, che riporta ricavi per 282,8 milioni di euro e un EBITDA pari a 39,6 milioni di euro. I ricavi totali del Gruppo mostrano un incremento di circa il 7,3%, passando da 263,7 milioni di euro del primo semestre 2014 a 282,8 milioni di euro del primo semestre 2015. I ricavi delle vendite e delle prestazioni ammontano a 254,2 milioni di euro nel primo semestre 2015 contro 263,3 milioni di euro del primo semestre 2014 con un decremento del 3,4%, da attribuirsi all’effetto combinato dell’aumento dei ricavi derivanti dal settore ADI (AWP e VLT) e dalla Società Trenno S.r.l., a cui si contrappone principalmente , la diminuzione dei ricavi delle scommesse sportive , diminuiti rispetto al primo semestre dell’esercizio precedente principalmente per effetto di un payout particolarmente elevato , che si è attestato all’ 82,2% contro il 78,3% nel primo semestre del 2014, confrontando così un risultato 2014 migliore rispetto alla media storica ed uno particolarmente sfavorevole nel 2015 (pur in presenza di una performance stimata migliore rispetto alla media di mercato). A questo si somma l’effetto di una minore raccolta anche dovuta al protrarsi di alcune problematiche legate a una parte della rete di distribuzione con la non operatività dei punti di gioco ma attualmente in via di soluzione.

 

Gli altri ricavi e proventi passano da 0,4 milioni di euro del primo semestre 2014 a 28,6 milioni di euro del primo semestre 2015, incremento dovuto per 27,5 milioni di euro alla transazione per la soluzione bonaria della controversia tra SNAI S.p.A., da un lato, Barcrest Group Limited, The Global Draw Limited, e la loro controllante Scientific Games Corporation, dall’altro lato. I ricavi delle AWP incrementano per effetto di un aumento del numero di macchine mediamente in esercizio e di un maggior coin-in medio, mentre per le VLT si registra un incremento dei ricavi prevalentemente derivato dall’attività di ricollocamento ed efficientamento dei terminali di gioco posta in essere durante lo scorso esercizio e proseguita nel semestre nonché dalla diminuzione del payout dei giochi (-0,6% rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente).

 

Le scommesse su eventi virtuali hanno generato un movimento diretto di 131,3 milioni di euro e ricavi per 7,6 milioni di euro contro una raccolta di 182,2 milioni di euro e ricavi per 22,1 milioni di euro nello stesso periodo dello scorso esercizio. L’EBITDA di Gruppo nel primo semestre 2015 è pari a 39,6 milioni di euro contro 54,8 milioni di euro del primo semestre 2014 con una contrazione del 27,8% in gran parte correlata all’andamento del pay out sulle scommesse sportive ( ed in particolare la performance del primo trimestre). Il risultato di Ebitda del secondo trimestre è infatti superiore per circa il 5,4% al risultato del corrispondente periodo dello scorso esercizio.

 

L’indebitamento finanziario netto del Gruppo SNAI, al 30 giugno 2015, è pari a 392,6 milioni di euro, a fronte di 419,1 milioni di euro a fine 2014. Il decremento di 26,5 milioni di euro è anche dovuto al positivo contributo riveniente dalla transazione sopra citata.

 

Integrazione Cogemat/Cogetech – Sono inoltre proseguite le attività necessarie per la integrazione del Gruppo Cogemat/Cogetech all’interno delle attività del Gruppo Snai ed, al momento come riportato in precedenti comunicati stampa, queste risultano in linea con la pianificazione.

Sotto il profilo patrimoniale positivi effetti potranno derivare nell’immediato futuro anche dalla concretizzazione della operazione di acquisizione del Gruppo Cogemat che si accompagnerà ad un aumento di capitale , al miglioramento del rapporto tra Debito netto ed Ebitda , oltre che ad un incremento del valore totale di Ebitda atteso che potrà ulteriormente essere incrementato grazie alle sinergie di costo ed alle maggiori efficienze che potranno essere perseguite.

 

PressGiochi