29 Settembre 2020 - 16:57

Sicilia: il Prefetto interviene per salvaguardare lavoratori di una sala bingo che aveva perso la concessione

Il Tar Sicilia ha respinto il ricorso di una sala bingo per l’annullamento dell’interdittiva antimafia disposta dal Prefetto che ha comportato la decadenza della concessione. Tuttavia, il prefetto per salvaguardare

28 Novembre 2016

Print Friendly, PDF & Email

Il Tar Sicilia ha respinto il ricorso di una sala bingo per l’annullamento dell’interdittiva antimafia disposta dal Prefetto che ha comportato la decadenza della concessione.

Tuttavia, il prefetto per salvaguardare i lavoratori del centro ha disposto la straordinaria e temporanea gestione della società per l’esercizio della concessione del gioco del Bingo per la durata di mesi sei.

Il giudice ha fissato l’udienza del 4 luglio per la trattazione nel merito considerando che “la posizione dei lavoratori risulta considerata e tutelata dalla misura prefettizia della gestione straordinaria e temporanea, espressamente disposta, in conformità all’art. 34, co. 10, d.l. n. 90/14, anche per l’urgente necessità di salvaguardare i livelli occupazionali, sicchè spetta al Prefetto assicurare la prosecuzione del rapporto concessorio e il proficuo impiego del personale dipendente”.

PressGiochi