09 Agosto 2020 - 04:27

Sentenza Tar Lazio sull’Osservatorio del Gap. Rienzi (Codacons): “L’esclusione della FeDerSerd è una importantissima vittoria”

Carlo Rienzi, presidente del Codacons ha commentato la sentenza Tar del Lazio che ha accolto il ricorso della sua stessa associazione col quale si chiedeva di escludere la FeDerSerd (Federazione Italiana

13 Luglio 2016

Print Friendly, PDF & Email

Carlo Rienzi, presidente del Codacons ha commentato la sentenza Tar del Lazio che ha accolto il ricorso della sua stessa associazione col quale si chiedeva di escludere la FeDerSerd (Federazione Italiana degli Operatori dei Dipartimenti e dei Servizi delle Dipendenze) dall’Osservatorio nazionale sul gioco d’azzardo. Alla base della richiesta del Codacons, il potenziale conflitto di interessi in capo a tale federazione, finanziata e sostenuta per ricerche, borse di studio e convegni da aziende farmaceutiche di prodotti destinati proprio alla cura delle dipendenze e dai concessionari del gioco di azzardo, e di fatto incompatibile con le funzioni pubbliche dell’Osservatorio, di cui fanno parte – oltre al Codacons – esperti individuati dal Ministero della salute, dal Ministero dell’istruzione, dal Ministero dello sviluppo economico e dell’economia, ed esponenti delle associazioni rappresentative delle famiglie e dei giovani, nonché rappresentanti dei comuni, per valutare le misure più efficaci per contrastare la diffusione del gioco d’azzardo e il fenomeno della dipendenza grave.

“Si tratta di una importantissima vittoria su un tema delicato come quello della dipendenza da gioco, che conferma le nostre tesi – ha commentato il Presidente Carlo Rienzi – La ludopatia si combatte prima di tutto con la prevenzione, e non con il ricorso a farmaci né con connessione di interessi  con le case farmaceutiche, e anzi il Tar ha riconosciuto che non tutti i soggetti sono compatibili con le funzioni pubbliche proprie dell’Osservatorio che deve proprio vigilare sul riparto dei fondi pubblici”.