26 Settembre 2020 - 16:02

Senato. Simeoni (Misto): “Perché il Min. della Salute supporta il progetto di formazione della Sapar?”

“Perché il Min. della Salute supporta il progetto di formazione della Sapar?”. Se lo chiedono le senatrici del Gruppo Misto Ivana Simeoni e Serenella Fucksia che ieri hanno presentato in

21 Luglio 2016

Print Friendly, PDF & Email

“Perché il Min. della Salute supporta il progetto di formazione della Sapar?”. Se lo chiedono le senatrici del Gruppo Misto Ivana Simeoni e Serenella Fucksia che ieri hanno presentato in Senato una interrogazione per chiedere in base a quali considerazioni il Ministero abbia ha ritenuto opportuno patrocinare un’iniziativa condotta da una struttura associativa privata.

“La pratica del gioco d’azzardo – afferma la senatrice Simeoni – attraverso l’utilizzo di apparecchiature elettroniche slot machine ha ormai assunto, nel nostro Paese, dimensioni inquietanti, sia per il volume di gioco assorbito, sia per il fatto che con sempre maggiore frequenza viene consentito l’accesso a tali apparecchiature anche a minori di 18 anni, in aperto contrasto con la vigente normativa;

le entrate da gioco d’azzardo, attraverso l’uso di slot machine e video lottery ammontavano nel 2015 ad oltre 48 miliardi di euro, si apprende da notizie di stampa che il Ministero della salute ha concesso il proprio patrocinio al “Corso di Formazione per operatori sul gioco d’azzardo patologico” organizzato dall’associazione denominata SAPAR che raggruppa, a quanto è dato sapere, oltre 1.500 gestori di sale slot in Italia.

E’ certamente tra i compiti diretti del Ministero provvedere ad attivare ogni forma possibile di contrasto al GAP (gioco d’azzardo patologico) anche attraverso opportune sessioni formative ed informative. La SAPAR, in quanto associazione di “parte”, non sembra essere il soggetto più idoneo ad organizzare iniziative di siffatta natura e i contenuti e lo svolgimento del corso non sono stati resi noti in forma dettagliata durante la conferenza stampa organizzata per il giorno 6 luglio 2016 presso la sede del Ministero; desta perplessità il fatto che la conferenza stampa di presentazione dell’iniziativa si sia tenuta presso il Ministero; desta altresì perplessità la compresenza del Ministero della salute, impegnato, sulla base del proprio ruolo istituzionale, nella prevenzione del GAP, e di un’associazione di fornitori e manutentori di apparecchi per il gioco d’azzardo, accreditando di fatto, questi ultimi, in un ruolo di prevenzione del GAP quando è noto e palese che la finalità economica degli aderenti alla SAPAR si realizza nella diffusione degli apparecchi elettronici destinati al gioco d’azzardo.

Il Gruppo Misto ha chiesto quindi di sapere se il Ministro in indirizzo sia a conoscenza dei fatti esposti e se i membri dell’osservatorio sul gioco d’azzardo, costituito presso il Ministero, siano stati resi edotti per tempo degli scopi e finalità di questa iniziativa ed in che modo i contenuti del corso siano stati verificati dalle strutture ministeriali a ciò preposte.

PressGiochi

 

Baretta (Economia): “L’accordo sul gioco in Conferenza Unificata deve arrivare entro l’estate perché dobbiamo anche dare certezze agli operatori”