27 Settembre 2020 - 10:33

Scommesse. Sospeso decreto del questore su CTD per tutelare occupazione e rapporti contrattuali con il bookmaker

La revoca della licenza di esercizio pubblico per la raccolta di scommesse è tale da determinare in tempi brevissimi l’interruzione del rapporto contrattuale intercorrente con Goldbet con conseguente immediata cessazione

28 Ottobre 2016

Print Friendly, PDF & Email

La revoca della licenza di esercizio pubblico per la raccolta di scommesse è tale da determinare in tempi brevissimi l’interruzione del rapporto contrattuale intercorrente con Goldbet con conseguente immediata cessazione dell’attività di raccolta scommesse. Inoltre, detta attività commerciale, dà lavoro a cinque unità di personale dipendente.

Con questa motivazione il Tar per la Sicilia ha accolto l’istanza cautelare di un centro scommesse di Enna contro la revoca imposta dal Questore alla raccolta scommesse. Per il Tar, sussiste quella “estrema gravità ed urgenza, tale da non consentire neppure la dilazione” dell’istanza cautelare fino alla predetta Camera di consiglio, cioè un pregiudizio di consistenza tale da giustificare l’adozione di misure cautelari interinali mediante decreto presidenziale anche in assenza di contraddittorio.

 

PressGiochi