26 Settembre 2020 - 01:12

Scommesse. L’Ue stanzia 870mila euro per completare progetto contro le combine sportive

L’Unione Europea ha stanziato oltre 870 mila euro per completare il progetto pilota, avviato nel 2014 con un costo di 2 milioni di euro, sui nuovi meccanismi integrati di cooperazione

13 Marzo 2015

Print Friendly, PDF & Email

L’Unione Europea ha stanziato oltre 870 mila euro per completare il progetto pilota, avviato nel 2014 con un costo di 2 milioni di euro, sui nuovi meccanismi integrati di cooperazione tra attori pubblici e privati per identificare i rischi legati alle scommesse sportive.

Come si legge sulla Gazzetta Ufficiale dell’Ue, “Le combine sono una grave minaccia per l’integrità dello sport e possono rappresentare per le organizzazioni criminali un modo per riciclare denaro. Gli obiettivi del progetto sono «garantire la correttezza delle scommesse sportive, ridurre la corruzione nello sport e impedire che il gioco d’azzardo sia utilizzato per finalità criminali. Occorre mettere insieme diverse competenze ed esperienze per definire nuovi meccanismi integrati che potrebbero richiedere la cooperazione tra autorità preposte dell’applicazione della legge, operatori dei servizi di scommesse online e off line, organizzazioni del settore del gioco d’azzardo, federazioni sportive, autorità preposte a regolamentare il gioco d’azzardo, club sportivi e atleti. Una maggiore condivisione delle informazioni tra soggetti privati e autorità preposte all’applicazione della legge, nonché tra le forze di polizia dei vari Stati membri, potrebbe consentire una migliore prevenzione del fenomeno e una risposta più rapida in caso di attività sospette, sia a livello nazionale che a livello internazionale”.

PressGiochi