29 Settembre 2020 - 09:17

Scommesse. La Corte di Giustizia trasmette alla Camera la sentenza su bando Monti

Il Dipartimento per le politiche europee della Presidenza del Consiglio dei ministri ha trasmesso, in data 2 marzo 2015, la sentenza della Corte di giustizia dell’Unione europea o del Tribunale,

13 Marzo 2015

Print Friendly, PDF & Email

Il Dipartimento per le politiche europee della Presidenza del Consiglio dei ministri ha trasmesso, in data 2 marzo 2015, la sentenza della Corte di giustizia dell’Unione europea o del Tribunale, relativa al caso Stanley e adottata a seguito di domanda di pronuncia pregiudiziale proposta da un’autorità giurisdizionale italiana.

Causa C-463/13: Sentenza della Corte (Terza sezione) del 22 gennaio 2015. Stanley International Betting Ltd e Stanleybet Malta Ltd contro Ministero dell’economia e delle finanze e Agenzia delle dogane e dei monopoli di Stato. Domanda di pronuncia pregiudiziale: Consiglio di Stato – Italia. Rinvio pregiudiziale – Articoli 49 e 56 del Trattato sul funzionamento dell’Unione europea (TFUE) – Libertà di stabilimento – Libera prestazione di servizi – Giochi d’azzardo – Normativa nazionale – Riordino del sistema delle concessioni attraverso un allineamento temporale delle scadenze – Nuova procedura di gara – Concessioni di durata inferiore rispetto a quelle rilasciate in passato – Restrizione – Motivi imperativi di interesse generale – Proporzionalità (Doc. LXXXIX, 86)

La sentenza è stata inviata, ai sensi dell’articolo 127-bis del Regolamento, alla Commissione Finanze e alla Commissione Politiche dell’Unione europea della Camera.

PressGiochi