30 Settembre 2020 - 00:53

Savona. Libera: “Niente sconti contro l’azzardo”

“La retromarcia del Comune di Savona circa i contributi agli esercenti che hanno tolto le slot dai loro bar, ci lascia molto perplessi e delusi, visto l’impegno che avevamo sostenuto

23 Marzo 2015

Print Friendly, PDF & Email

“La retromarcia del Comune di Savona circa i contributi agli esercenti che hanno tolto le slot dai loro bar, ci lascia molto perplessi e delusi, visto l’impegno che avevamo sostenuto insieme, come Comune e come Libera Savona, nei convegni con la cittadinanza e con le scuole nello scorso anno sul tema. Pur capendo i problemi di bilancio dell’amministrazione, non possiamo accettare che a farne le spese sia la tutela dei cittadini da una vera e propria piaga sociale”. Così Libera Savona in riferimento alla “retromarcia” del Comune di Savona circa lo scontro ai bar che hanno detto no alle slot-machine.

“Questa misura, – continuano da Libera – che prevedeva uno sconto sulla tassa sull’occupazione del suolo pubblico, continua a sembrarci essenziale, per iniziare efficacemente a combattere la piaga del gioco d’azzardo in città, dove si contano più di 600 slot per un giro d’affari di oltre 350 mila euro al giorno. Riteniamo dunque imprescindibile che dall’amministrazione arrivino segnali chiari di impegno contro il dilagare del gioco d’azzardo in città, rispettando gli impegni presi a suo tempo pubblicamente”.

PressGiochi