28 Settembre 2020 - 19:48

Sapar: presentato al SER.D dell’Ulls 12 di Venezia il progetto su corsi di formazione per gli operatori del comparto AWP

Proseguono gli incontri  dell’Associazione Nazionale Sapar sul territorio veneto, per discutere delle problematiche relative alle normative locali del settore giochi determinate dai potenziali giocatori patologici, ma anche per presentare la campagna “Affinché

19 Maggio 2016

Print Friendly, PDF & Email

Proseguono gli incontri  dell’Associazione Nazionale Sapar sul territorio veneto, per discutere delle problematiche relative alle normative locali del settore giochi determinate dai potenziali giocatori patologici, ma anche per presentare la campagna “Affinché il gioco rimanga un gioco”, una serie di cicli di corsi di formazione per gli operatori, volti a formare ed informare gli addetti del comparto.

Il presidente della delegazione Veneto,  Mauro Vettorello, ed il segretario nazionale Corrado Luca Bianca, hanno incontrato il Dott. Alessandro Pani, direttore del SER.D dell’Unità locale socio sanitaria 12 di Venezia, al fine di illustrare la situazione del comparto e gettare le basi per una collaborazione futura.

Visto l’impegno e la volontà degli addetti del settore ad istruirsi e aggiornarsi sulla condizione del gioco d’azzardo patologico, la Sapar stessa ha voluto presentare un progetto che possa fornire agli operatori gli strumenti per monitorare ed eventualmente fornire un primo soccorso ai giocatori.

Il Dott. Pani ha accolto positivamente la campagna presentata ed invitato la delegazione Sapar a continuare un dialogo attivo e propositivo con il SER.D veneziano.

PressGiochi