01 Ottobre 2020 - 07:01

Sapar. Contro intimidazioni dei concessionari si consiglia di versare lo 0,8 della raccolta lorda

Con recenti comunicazioni del 17 giugno, il Concessionario B-Plus Giocolegale Ltd minaccia la segnalazione all’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli dei Gestori che non versino la quota del “prelievo Legge

21 Giugno 2015

Print Friendly, PDF & Email

Con recenti comunicazioni del 17 giugno, il Concessionario B-Plus Giocolegale Ltd minaccia la segnalazione all’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli dei Gestori che non versino la quota del “prelievo Legge di Stabilità” nella misura fissata dalla stessa B-Plus, concedendo termine fino al 20 giugno prossimo per provvedere ai relativi pagamenti.

Molti gestori si sono rivolti a S.a.p.a.r. per avere indicazioni sulle condotte da tenere.

Come già più volte indicato, S.a.p.a.r. considera tali intimazioni del tutto illegittime e prive di fondamento. Ciononostante, occorre considerare il forte rischio legale al quale la categoria è oggi esposta, a causa di norme formulate in modo equivoco e contraddittorio e a causa della condotta dei Concessionari che tentano di sfruttare a proprio vantaggio tale incertezza normativa.

Per tale ragione, già con precedente comunicato del 26 maggio, S.a.p.a.r. ha invitato gli associati a procedere a versamenti spontanei sostenibili, preferibilmente nella misura dello 0,8% della raccolta lorda, nei limiti consentiti dalle capacità finanziarie delle singole imprese.

L’adozione di questa misura, che pure comporta un gravoso sacrificio, contribuisce a dimostrare la piena buona fede della categoria e dei singoli operatori anche nei confronti dell’Autorità amministrativa, in vista dei provvedimenti che questa potrebbe adottare a seguito di eventuali segnalazioni da parte del Concessionario.

Per quanti abbiano provveduto al versamento spontaneo sostenibile o intendano provvedervi nell’immediatezza, S.a.p.a.r. mette a disposizione un modello di diffida da trasmettere al Concessionario B-plus (AREA RISERVATA SOCI-DOCUMENTAZIONE GENERALE).

Da ultimo, con riferimento alle notizie che sono circolate in merito al rigetto di un ricorso ex art. 700 c.p.c. contro il concessionario B-plus, in relazione al prelievo di stabilità, si precisa che si tratta di un giudizio instaurato da un singolo gestore al di fuori delle iniziative giurisdizionali adottate da Sapar a tutela della categoria.

 

PressGiochi

 

Fonte immagine: spina presa