19 Aprile 2021 - 07:33

Sambaldi (Osservatorio giochi Eurispes): “Auspicabile dal Governo un approccio tecnico al settore dei giochi”

“Quello che emerge dallo studio Eurispes è la mancanza di un coordinamento tra politica locale e nazionale sulla materia dei giochi. E’ evidente che è indispensabile un intervento dell’amministrazione centrale

26 Febbraio 2021

Print Friendly, PDF & Email

“Quello che emerge dallo studio Eurispes è la mancanza di un coordinamento tra politica locale e nazionale sulla materia dei giochi. E’ evidente che è indispensabile un intervento dell’amministrazione centrale che detti una strategia e un quadro di regole certe entro le quali le autonomie possano intervenire”.

Lo ha dichiarato l’Avv. Chiara Sambaldi, Direttore dell’Osservatorio Gioco, Legalità e Patologie dell’Eurispes insieme all’Avv. Andrea Strata, durante la presentazione dello studio Eurispes sul gioco in Sardegna.

“Anche nella legge regionale sarda è presente il distanziometro.

I giochi si caratterizzano per un alto livello di tecnicismo ed è auspicabile che il Governo si approcci a questo settore in modo tecnico, che può fornire delle soluzioni anche su questo tema che è divisivo e delicato ma sul quale si possono trovare le giuste soluzioni individuando alcuni principi partendo dalle evidenze scientifiche equilibrate. L’Osservatorio guarda con favore ad un riordino del settore già trattato e proposto dal direttore ADM Marcello Minenna, un riordino volto a valorizzare la leale collaborazione tra le parti in causa.

Il gioco pubblico – lo dicono i magistrati – è uno strumento utile per contrastare le devianze delle organizzazioni criminali. E’ vero è un sistema perfettibile ma la strada non è quella volta a cancellare il settore”.

 

PressGiochi