15 ottobre 2019
ore 16:16
Home Newslot & Vlt Salerni (ASL Pescara): “Non possiamo distinguere rete fisica da gioco online

Salerni (ASL Pescara): “Non possiamo distinguere rete fisica da gioco online

SHARE
Salerni (ASL Pescara): “Non possiamo distinguere rete fisica da gioco online

Non possiamo distinguere la rete fisica da gioco online.

Lo ha dichiarato Roberto Salerni della ASL di Pescara intervenendo al convegno Gambling & Enti locali ad Enada Roma.

“Per fare cultura sul gioco dobbiamo conoscerla. La realtà del gioco non possiamo sopprimerla, occorre agire dove si può agire e i luoghi dove intervenire sono proprio le sale giochi e i centri scommesse. Lì il giocatore è il vero protagonista. Nelle sale possiamo avere un controllo, nelle case no. Per allentare le pressioni che opprimono i gestori di sale dobbiamo occuparci maggiormente dei giocatori.

E’ necessario che l’uso non diventi abuso e malattia. I gestori delle sale devono accogliere ed aiutare i giocatori che hanno bisogno di sostegno. Una presenza attiva e propositiva, formata appositamente per intervenire come operatori attivi in un modello funzionale del gioco.

Parlando di slot e distanze, le awp devono essere aggiornate per interagire con il giocatore che deve essere informato. Le slot devono essere programmate per non far cadere il giocatore nella compulsività. La Regione Abbruzzo ha chiesto il mio parere alla nuova legge sul gioco. Le mie proposte riguardano la gestione delle sale soprattutto a tutela del giocatore, proposte che permettano alla rete fisica di rappresentare l’alternativa all’online che è una realtà insanabile che crea molte vittime”.

PressGiochi

PASSWORD RESET

Inserisci codice di sicurezza * Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.


LOG IN