01 Ottobre 2020 - 21:43

Sala slot di Quart; Perron (Reg. Aosta) : “Chiuse le sale giochi con il marchio del casinò”

Il Movimento 5 Stelle, con un’interrogazione discussa nella seduta consiliare di oggi, ha chiesto informazioni sull’utilizzo della sala slot machine di Quart di proprietà della Casinò de la Vallée, che

24 Giugno 2015

Print Friendly, PDF & Email

Il Movimento 5 Stelle, con un’interrogazione discussa nella seduta consiliare di oggi, ha chiesto informazioni sull’utilizzo della sala slot machine di Quart di proprietà della Casinò de la Vallée, che risulta chiusa al pubblico.

I Consiglieri hanno voluto conoscere l’ammontare delle royalties percepite dalla Casa da gioco e hanno chiesto se le notizie di stampa che avevano previsto inizialmente l’apertura di altri punti in franchising con il logo della Casinò de la Vallée siano coerenti con gli indirizzi della Giunta regionale.

L’Assessore al bilancio, finanze e patrimonio, Ego Perron, ha risposto che «la società 4 games srl è stata costituita nel 2006 per l’apertura di punti fisici per il cosiddetto gioco legale. Nel 2008 sono stati aperti i due punti di gioco di Torino e Quart, gestiti direttamente dalla società controllata da Casinò de la Vallée spa. Dopo l’interesse manifestato da parte di diversi investitori, è stato prodotto un contratto standard per cedere l’utilizzo del logo “Saint-Vincent Slot Club”: l’interesse principale era quello di promuovere il marchio della Casa da gioco valdostana. Purtroppo, le prospettive di business non hanno soddisfatto le aspettative e si è quindi deciso di procedere alla cessione delle sale, avvenuta il 31 marzo 2010. Durante la trattativa di cessione, l’acquirente aveva dimostrato interesse al mantenimento del marchio, ma l’accordo non si concluse e questi fu invitato a oscurarlo. Non sono state quindi pagate royalties per la sala giochi di Quart, avendo lo stesso cessionario provveduto a modificare l’insegna. L’unico punto in franchising aperto con il marchio “Casinò Saint-Vincent Slot Club”, per il quale la società 4 games ha percepito royalties è quello di Torino: nel periodo dicembre 2008-marzo 2010 le royalties incassate sono state pari a circa 83 mila euro.»

«Con la chiusura della 4 games – ha aggiunto l’Assessore – è venuto quindi a mancare il motore dell’iniziativa che rispondeva all’indirizzo di promuovere, attraverso sale giochi sul territorio nazionale, il nome di Saint-Vincent legato al gioco e l’esperienza è stata considerata conclusa.»

Nella replica, il Capogruppo Stefano Ferrero ha parlato di «ennesimo fallimento di un’iniziativa del Casinò. Un peccato perché se si calcolano le risorse investite per avviare la società, la Regione ha sicuramente perso dei soldi.»

PressGiochi