19 Aprile 2021 - 08:57

Sabatini (ABI): “Stiamo lavorando per trovare una soluzione che permetta agli operatori del gioco di risolvere il problema con le banche”

Abi ritiene giusto chiedere alle proprie associate di non impedire alle aziende del gioco legale di poter tenere conti correnti mettendone a rischio la stessa operatività? Lo ha dichiarato oggi

07 Aprile 2021

Print Friendly, PDF & Email

Abi ritiene giusto chiedere alle proprie associate di non impedire alle aziende del gioco legale di poter tenere conti correnti mettendone a rischio la stessa operatività?

Lo ha dichiarato oggi in Commissione finanze della Camere l’on. Massimo Ungaro di Italia Viva rivolgendo la domanda a Giovanni Sabatini, direttore generale dell’ABI durante un’audizione pubblica sulle tematiche relative allo squilibrio della struttura finanziaria delle imprese italiane che rischia di essere determinato dalla pandemia da Covid 19.

Insieme all’Agenzia delle Dogane che ha la vigilanza sul settore dei giochi – ha risposto Sabatini – stiamo cercando di trovare delle soluzioni che siano compatibili con il quadro regolamentare europeo che è particolarmente rigoroso per quello che riguarda l’applicazione di controlli antiriciclaggio. Il quadro normativo europeo richiede nei confronti di determinati soggetti delle verifiche rafforzate. Laddove queste verifiche rafforzate non vengono superate e non vengono forniti gli adempimenti richieste la banca o deve chiudere il conto o non consentire l’apertura. Quindi occorre, e su questo stiamo lavorando, trovare un meccanismo che consenta il rispetto della norma europea ma anche consenta ad operatori autorizzati di continuare ad operare in un settore sicuramente importante per l’economia.”

 

PressGiochi