01 Dicembre 2020 - 18:53

Rutigliamo (M5S). M5S: “Abbiamo chiesto all’amministrazione interventi contro il gioco”

Il Movimento Cinque Stelle diRutigliano, in provincia di Bari, interviene commentando i dati sul gioco e chiedendo all’amministrazione alcune azioni “Secondo i dati ufficiali dell’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli,

27 Aprile 2018

Print Friendly, PDF & Email

Il Movimento Cinque Stelle diRutigliano, in provincia di Bari, interviene commentando i dati sul gioco e chiedendo all’amministrazione alcune azioni

“Secondo i dati ufficiali dell’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli, solo nel 2016 a Rutigliano sono stati persi 1.640.598 € in apparecchi da intrattenimento (slot machine e videolottery)- commentano- Una cifra preoccupante che testimonia quanto il gioco d’azzardo sia diffuso nel nostro paese”.

La compulsività delle slot- continuano- infatti, spinge le persone a non effettuare giocate sporadiche ma a stazionare diverse ore al giorno davanti a queste “macchinette mangiasoldi”: una vera e propria dipendenza che, oltre ad aggravare le condizioni economiche, porta spesso a drammi familiari (così come riportato dalla testata giornalistica Rutiglianoonline, il 02 Aprile 2018 a Rutigliano un uomo, avvezzo al gioco d’azzardo, ha cosparso di alcool etilico sua moglie con l’intenzione di darle fuoco pur di ottenere soldi da giocare alle macchinette)”.

“È arrivato il momento di dire NO AL GIOCO D’AZZARDO- conclude il MoVimento-
Abbiamo chiesto all’Amministrazione ed ai consiglieri di maggioranza e opposizione di:
• adottare un Regolamento Comunale “Regolamento sale da gioco e giochi leciti” che stabilisca regole e misure per contrastare il gioco d’azzardo (abbiamo allegato alla richiesta una bozza di regolamento);
• limitare gli orari di utilizzo di New Slot e Videolottery VLT nelle varie attività;
• incentivare economicamente, tramite riduzioni delle tassazioni comunali, le attività che cessano di detenere, o non detengono, e si impegnano a non installare (pur avendone diritto) i suddetti apparecchi;
• conoscere quali azioni intende intraprendere in riferimento alle autorizzazioni relative ai centri scommesse ed alle attività che presentano installati apparecchi da gioco, considerato che, secondo quanto stabilito dalla L. Regionale n.43/2013, a partire da Dicembre 2018, dovranno essere ubicate ad almeno 500 m dai luoghi sensibili del paese (scuole, luoghi di culto, impianti sportivi, ecc.);
• disporre una campagna annuale di sensibilizzazione e prevenzione, a cura dell’assessorato comunale competente, rivolta agli esercenti, ai i cittadini ed in particolare agli studenti;
• istituire un logo comunale “no-slot” da apporre in tutte le attività che rinunciano all’installazione delle macchinette”.

 

PressGiochi

 

Regione Puglia: domani la premiazione del concorso GIOCOMERCANTE@DIVERITÁ