27 Settembre 2020 - 08:48

Roma: per la Commissione Politiche sociali ok all’eliminazione dei giochi dal centro storico

La commissione Politiche sociali di Roma Capitale, presieduta da Maria Agnese Catini (M5S), ha espresso parere favorevole alla proposta di delibera di iniziativa consiliare recante il ”Regolamento sale da gioco

10 Gennaio 2017

Print Friendly, PDF & Email

La commissione Politiche sociali di Roma Capitale, presieduta da Maria Agnese Catini (M5S), ha espresso parere favorevole alla proposta di delibera di iniziativa consiliare recante il ”Regolamento sale da gioco e giochi leciti” a prima firma della stessa Catini e sottoscritta anche dai colleghi del Movimento Cinque Stelle, Angelucci, Pacetti, Coia, Agnello, Terranova, Sturni, Ferrara, Calabrese, Paciocco e Seccia.

 

Questo Venerdì la proposta arriverà all’attenzione della commissione Commercio, per poi approdare in Assemblea capitolina.

 

Tra i punti salienti del regolamento la distanza minima di 500 metri da luoghi sensibili come chiese, scuole, ospedali, università, giardini, parchi pubblici, spiagge e aree sportive e di 200 metri da uffici postali e sportelli bancomat.

L’intera area del Centro storico e le aree pedonali saranno off limits. Saranno introdotti poi limiti orari per il funzionamento di slot machine e videolottery, possibile solo tra le 10 e le 14 e tra le 18 e le 22. Vietato, infine, pubblicizzare l’apertura o l’esercizio delle sale da gioco.

 

PressGiochi