26 Settembre 2020 - 19:05

Roma. Il 29 Novembre convegno del CNCA “Il gioco d’azzardo, tra prevenzione e cura”

Il CNCA (Coordinamento Nazionale Comunità d Accoglienza) ha organizzato per il 29 novembre prossimo un importante convegno a Roma, presso Auditorium Cosimo Piccinni Lungotevere Ripa n. 1, con il patrocino

24 Novembre 2016

Print Friendly, PDF & Email

Il CNCA (Coordinamento Nazionale Comunità d Accoglienza) ha organizzato per il 29 novembre prossimo un importante convegno a Roma, presso Auditorium Cosimo Piccinni Lungotevere Ripa n. 1, con il patrocino del Ministero della Salute dal titolo “Il gioco d’azzardo, tra prevenzione  e cura”.

PROGRAMMA

10,00 Accoglienza e registrazione partecipanti 10,15

Saluti, don Armando Zappolini Presidente CNCA

10,30 Tra prevenzione e cura del gioco d’azzardo. L’esperienza del CNCA, Riccardo De Facci, Vicepresidente CNCA con delega alle dipendenze

10,50 I dati sul gioco d’azzardo in Italia, Elisa Benedetti, Istituto di Fisiologia Clinica, Consiglio Nazionale delle Ricerche

11,10 L’impegno del servizio pubblico nella prevenzione e presa in carico del giocatore d’azzardo patologico, Margherita Taddeo, responsabile gioco d’azzardo patologico e dipendenze comportamentali FederSerD

11,30 Interventi di deputati e senatori Lorenzo Basso, Pd, membro Intergruppo parlamentare sul gioco d’azzardo Giovanni Endrizzi, M5S, membro Intergruppo parlamentare sul gioco d’azzardo Paola Binetti, UDC, membro Intergruppo parlamentare sul gioco d’azzardo

12,30 Il gioco d’azzardo fra rischi e possibili rimedi, Matteo Iori, delegato CNCA nell’Osservatorio per il contrasto della diffusione del gioco d’azzardo e il fenomeno della dipendenza grave, Ministero della Salute.

12,50 L’impegno delle Regioni per la prevenzione e cura del gioco d’azzardo, rappresentante Commissione Salute della Conferenza delle Regioni 13,10 Intervento del Sottosegretario alla salute Vito De Filippo 13,30 Conclusioni, Liliana La Sala, Direttore ufficio 6 DG Prevenzione Sanitaria, Dipendenze, doping e salute mentale, Ministero della Salute

PressGiochi