19 Settembre 2020 - 12:08

Riforma Costituzionale. Mantero (M5S): “Limite due mandati riduce appetibilità dei politici alle lobby dell’azzardo”

“Io, a differenza dei miei colleghi, sono un po’ preoccupato rispetto a questo articolo aggiuntivo, perché non vorrei che il limite dei due mandati fosse pericoloso. Se io, infatti, decido di farmi rieleggere, devo iniziare a coltivare le mie clientele sul territorio. In Liguria, noi abbiamo un sacco dei costruttori che, per lo più, sono in mano alla ’ndrangheta, però, comunque, quanti voti possono procurare ?

21 Gennaio 2015

Print Friendly, PDF & Email

“Io, a differenza dei miei colleghi, sono un po’ preoccupato rispetto a questo articolo aggiuntivo, perché non vorrei che il limite dei due mandati fosse pericoloso. Se io, infatti, decido di farmi rieleggere, devo iniziare a coltivare le mie clientele sul territorio. In Liguria, noi abbiamo un sacco dei costruttori che, per lo più, sono in mano alla ’ndrangheta, però, comunque, quanti voti possono procurare ? Adesso, stiamo iniziando a prendere i primi contatti con le lobby del farmaco, con le lobby del gioco d’azzardo, con quelle del tabacco, che potranno dare soldi da utilizzare per la campagna elettorale e alle quali, in cambio, potrò fare emendamenti. Ora, non vorrei che, mettendo il limite dei due mandati, risultassimo, poi, non più appetibili a queste lobby, a queste clientele e che questo faccia saltare un po’ tutto il meccanismo. Quindi, pensiamoci molto bene e facciamo attenzione”. Così è intervenuto ieri in Aula della Camera l’on. Matteo Mantero del Movimento 5 stelle durante la discussione del disegno di legge costituzionale per il superamento del bicameralismo paritario, la riduzione del numero dei parlamentari, il contenimento dei costi di funzionamento delle istituzioni, la soppressione del CNEL e la revisione del titolo V della parte II della Costituzione.

PressGiochi