19 Aprile 2021 - 08:02

Ricerca Eurispes Sardegna, Avv Sambaldi a PressGiochi: “Il Governo assuma un approccio tecnico anche rispetto all’area dei giochi”

Avvocato Sambaldi, oggi Eurispes ha presentato una nuova ricerca sul gioco pubblico. Cosa emerge da questa nuova analisi conclusa peraltro in un momento così delicato per il paese e per

26 Febbraio 2021

Print Friendly, PDF & Email

Avvocato Sambaldi, oggi Eurispes ha presentato una nuova ricerca sul gioco pubblico. Cosa emerge da questa nuova analisi conclusa peraltro in un momento così delicato per il paese e per il settore?

 

“La ricerca presentata oggi – commenta a PressGiochi l’avv. Chiara Sambaldi, che dirige con l’avv. Andrea Strata l’Osservatorio giochi, legalità e patologie dell’Eurispes – aggiunge un nuovo tassello alle analisi territoriali svolte dall’Osservatorio Giochi dell’Eurispes. In Sardegna, le buone pratiche e l’efficienza dei servizi territoriali per le dipendenze mostrano la qualità dell’autonomia regionale sul fronte socio-sanitario, di cura e assistenza, ma sul fronte normativo ci scontriamo con i soliti strumenti spuntati del distanziometro e della compressione degli orari dell’offerta di gioco pubblico rispetto ai quali la posizione dell’Isituto è critica.

 

Viene evidenziato qualche spunto per affrontare il momento drammatico che il settore a livello nazionale sta vivendo?

 

“Guardando oltre l’emergenza, che il settore sta vivendo con estrema difficoltà, l’area del gioco, oggi più che mai, necessita di un intervento deciso del Governo, di una politica, una strategia, un programma. Il Governo deve disegnare una cornice regolatoria chiara e definita per garantire unitarietà dell’ordinamento, certezza dei diritti e tutela di interessi primari (salute e sicurezza), nel più ampio quadro eurounitario.

Nell’attuale fase emergenziale in cui il nuovo Governo si pone con un approccio tecnico rispetto alle aree strategiche per la ripresa e il rilancio del paese, è auspicabile che l’alto livello di tecnicismo che caratterizza il settore non venga ancora una volta bistrattato ed oscurato ma valorizzato per trovare le soluzioni più giuste. Su un tema divisivo come quello del gioco occorre più che mai un’impostazione tecnica che parta dalle oggettività e specificità per arrivare a scelte consapevoli ed equilibrate”.

 

Anche gli ultimi dati contenuti nelle relazioni della DNA  e della DIA sono preoccupanti, sembra che il gioco legale sia sempre più esposto ai rischi di degenerazione criminale

 

Se come emerge dalle analisi il gioco pubblico rappresenta uno strumento efficace, seppur perfettibile, per contrastare le derive illegali e i tentativi di infiltrazione criminale, allora ogni politica tesa al suo indebolimento o alla sua cancellazione è destinata a fallire nell’obiettivo di tutelare gli interessi pubblici. L’area dell’illegalità va esplorata a fondo e monitorata nelle sue evoluzioni con l’obiettivo di migliorare costantemente le difese del gioco pubblico che continua ad essere un presidio di legalità.