13 Agosto 2020 - 04:37

Revocato il decreto di ammissione del Piano di concordato per il salvataggio del Casinò de la Vallée

Nella giornata di oggi, la Corte di Appello di Torino ha revocato il decreto di ammissione del Piano di concordato per il salvataggio del Casinò de la Vallée di Saint-Vincent,

09 Luglio 2020

Print Friendly, PDF & Email

Nella giornata di oggi, la Corte di Appello di Torino ha revocato il decreto di ammissione del Piano di concordato per il salvataggio del Casinò de la Vallée di Saint-Vincent, accogliendo così il ricorso dei creditori Valcolor ed Elle Claims, ai quali la Casinò de la Vallée spa dovra risarcire le spese per oltre 10mila euro.

I legali della Casino spa dichiarano: “La sentenza è appellabile e stiamo acquisendo gli atti per muoverci immediatamente”. I giudici d’Appello, spiegano: “Il decreto di omologa è invalido in quanto fondato su un precedente provvedimento di concessione dei termini per la presentazione del concordato pieno. Riteniamo pertanto che il decreto di omologa vada revocato”.

I fornitori contestano invece la valutazione degli immobili fatta dall’azienda ritenendola troppo bassa, partita da 100 milioni di euro nel 2010 arrivando ai 23 milioni di quest’anno, affermando che la stima del valore reale consentirebbe di pagare il 100% dei crediti.

 

 

PressGiochi