05 Febbraio 2023 - 02:26

Regno Unito: si riapre il contenzioso sulla licenza della National Lottery, IGT fa causa alla GC

International Game Technology (IGT) ha avviato un’azione legale contro la UK Gambling Commission (UKGC), riaccendendo il contenzioso sul prossimo contratto decennale della National Lottery. La controversia legale affrontata da Allwyn,

05 Gennaio 2023

Print Friendly, PDF & Email

International Game Technology (IGT) ha avviato un’azione legale contro la UK Gambling Commission (UKGC), riaccendendo il contenzioso sul prossimo contratto decennale della National Lottery.

La controversia legale affrontata da Allwyn, che dovrebbe diventare il nuovo gestore della National Lottery il 1° gennaio 2024 con il processo di transizione che dovrebbe iniziare il mese prossimo, si pensava fosse stata risolta da novembre.

IGT ha partecipato al fianco di Camelot nella causa contro l’UKGC, tentando di ribaltare la decisione dell’autorità di regolamentazione di assegnare ad Allwyn – un operatore multinazionale con sede in Repubblica Ceca – la quarta licenza della Lotteria Nazionale, per i prossimi 10 anni. L’Alta Corte ha temporaneamente bloccato i diritti abilitanti della Commissione, ma Camelot ha ritirato le proprie azioni a settembre, consentendo all’autorità di regolamentazione di concedere formalmente la licenza ad Allwyn 14 giorni dopo.

Nei mesi successivi, Allwyn è stata in grado di consolidare ulteriormente la sua posizione di leader di mercato nello spazio delle lotterie del Regno Unito acquisendo Camelot UK dalla sua società madre canadese, l’Ontario Teachers Pension Plan (OTPP). Allwyn prevede di concludere l’acquisizione entro la fine del trimestre in corso, mentre il suo presidente, Robert Chvatal, ha evidenziato lo sviluppo come abbattimento delle barriere nel processo di transizione tra i rispettivi terzi e quarti titolari di licenza.

Senza questa acquisizione il futuro di Camelot e dei suoi dipendenti era seriamente a rischio.

Tuttavia, la odierna causa legale di IGT potrebbe causare alcuni ritardi per UKGC, Allwyn e Camelot, nonché – secondo The Times – potenzialmente drenare denaro dal fondo Good Causes.

IGT potrebbe ottenere fino a 600 milioni di sterline di danni se il suo contenzioso avrà esito positivo, che sarebbe pagabile dall’attuale fondo per buone cause della Lotteria nazionale.

 

PressGiochi