22 Ottobre 2020 - 14:19

Regno Unito. SAZKA Group assume la società di consulenza Flint Global

Il gruppo SAZKA ha assunto Flint Global, società di consulenza per gli affari pubblici di Londra, per fungere da “consulente speciale” mentre il conglomerato ceco di gioco d’azzardo si propone di diventare la nuova società operativa della National Lottery nel 2023.

20 Agosto 2020

Print Friendly, PDF & Email

SAZKA Group ha assunto Flint Global, società di consulenza per gli affari pubblici di Londra, per fungere da “consulente speciale” mentre il conglomerato ceco di gioco d’azzardo si propone di diventare la nuova società operativa della National Lottery nel 2023. Co-fondata da Sir Simon Fraser, ex capo del Ministero degli Esteri del Regno Unito e con partner commerciale Ed Richards, ex CEO di Ofcom, Flint Global è un’agenzia specializzata nello sviluppo di politiche per il commercio e gli affari economici. La nomina di Flint Global da parte di SAZKA ha attirato l’attenzione dei media in quanto Sky News riporta che l’ex DCMS Dame Sue Owen manterrà una posizione esecutiva all’interno della società di consulenza, servendo il suo team di leadership come “partner specializzato”. Lo scorso aprile, Dame Sue ha concluso il suo mandato quinquennale come segretaria permanente del DCMS, l’agenzia governativa che guida il processo di offerta per la National Lottery. Il collegamento di Dame Sue con Flint Global ha sollevato preoccupazioni in quanto il Comitato consultivo per gli appuntamenti aziendali (ACOBA) di Whitehall ritiene che i funzionari senior della Corona non possano lavorare o consigliare società o organizzazioni sulla politica dipartimentale per un periodo di due anni dopo la loro uscita dalla funzione pubblica. Flint Global sostiene che Dame Sue non avrà alcun ruolo nell’offerta della National Lottery di SAZKA. Nel frattempo, SAZKA ha ribadito la sua posizione secondo cui deve ancora impegnarsi completamente a partecipare alla gara d’appalto della lotteria nazionale del Regno Unito, il cui esito sarà probabilmente deciso l’anno prossimo.

“Mentre valutiamo se presentare ufficialmente un’offerta, siamo in comunicazione con la Gambling Commission in merito al processo e stiamo lavorando con varie società e consulenti”, ha risposto SAZKA. Gli ultimi sviluppi delle gare hanno visto DCMS annunciare a maggio che la sua concorrenza era stata ritardata di altri sei mesi a causa delle “incertezze relative al blocco”. A febbraio, SAZKA e il gruppo editoriale Northern & Shell, controparte delle offerte, Richard Desmond, hanno dettagliato le proprie idee per il modo in cui veniva condotta la gara, poiché le parti partecipanti all’offerta non avevano ricevuto “questionari di appalto” dal consulente sulla concorrenza dell’UKGC.

 

 

PressGiochi