27 Novembre 2022 - 03:21

Regno Unito. La GC multa Betfred per £ 2,8 milioni per carenze nel gioco responsabile

La UK Gambling Commission ha convocato Petfre Limited, la sussidiaria di Betfred con sede a Gibilterra, per pagare una sanzione di 2,87 milioni di sterline per una serie di fallimenti

28 Settembre 2022

Print Friendly, PDF & Email

La UK Gambling Commission ha convocato Petfre Limited, la sussidiaria di Betfred con sede a Gibilterra, per pagare una sanzione di 2,87 milioni di sterline per una serie di fallimenti di responsabilità sociale e antiriciclaggio.

L’accordo normativo è stato intrapreso a causa della responsabilità sociale e delle discrepanze antiriciclaggio registrate da Petre, la società operativa di Betfred.com e Oddsking.com per il periodo da ottobre 2019 a dicembre 2020.

Petfre è accusato di avere attuato controlli limitati per prevenire “grandi livelli di spesa ad alta velocità da parte di nuovi clienti”. È stato riferito che un cliente ha perso £ 70.000 in un periodo di gioco di 10 ore, il giorno dopo l’apertura di un nuovo account.

Ulteriori carenze nell’assistenza clienti hanno visto Petfre impostare “inneschi di interazione con il gioco d’azzardo più sicuri troppo alti” senza ulteriori revisioni del conto di gioco d’azzardo più sicure condotte in modo tempestivo dall’azienda.

Il rapporto della Commissione afferma che un cliente aveva avuto una sola interazione con l’assistenza clienti in un periodo di quattro mesi in cui aveva depositato £ 320.000 e perso £ 69,00.

I fallimenti AML hanno visto Petfre multato per non avere politiche, procedure e controlli appropriati in atto per gestire e mitigare i rischi di riciclaggio di denaro e finanziamento del terrorismo (MLTF).

Si dice che la sussidiaria di Betfred non avesse informazioni sufficienti sui clienti e nessuna procedura di monitoraggio dedicata in atto “prima che venissero raggiunti i trigger finanziari iniziali”.

A seguito delle mancanze di Petfre, la Commissione ha inoltre emesso un avvertimento ufficiale sulla licenza britannica di Betfred. Leanne Oxley, direttrice per l’applicazione e l’intelligence della Gambling Commission, ha dichiarato: “Questo è un ulteriore esempio di come agiamo per indagare e sanzionare fallimenti allarmanti. Ci aspettiamo che questa attività di gioco d’azzardo e tutti gli altri licenziatari esaminino questo caso e guardino da vicino per vedere se hanno bisogno di apportare ulteriori miglioramenti per dimostrare la conformità attiva. Laddove gli standard non migliorano, seguirà un’applicazione più severa”.

 

PressGiochi

×