13 Maggio 2021 - 13:25

Regno Unito. La Gambling Commission introduce nuove restrizioni per le slot machine online

La Gambling Commission ha annunciato una serie di nuove regole per i giochi di slot online nel tentativo di rafforzare sia le protezioni che i controlli per i giocatori.

02 Febbraio 2021

Print Friendly, PDF & Email

La Gambling Commission ha annunciato una serie di nuove regole per i giochi di slot online nel tentativo di rafforzare sia le protezioni che i controlli per i giocatori. Le nuove misure, che saranno introdotte in risposta a una consultazione avviata nel luglio dello scorso anno, dovranno essere attuate da tutti i licenziatari entro il 31 ottobre di quest’anno, tra le quali ci sarà il divieto assoluto di alcune funzionalità standard dei giochi di slot, comprese le opzioni di autoplay. Nel frattempo, saranno banditi anche i giochi di slot con velocità di rotazione superiori a 2,5 secondi, mentre gli operatori dovranno rimuovere le funzionalità che accelerano il gioco o danno l’illusione del controllo sul risultato, inoltre saranno vietati anche suoni o immagini che danno l’impressione di una vincita quando il ritorno è di fatto uguale o inferiore a una puntata. Altre misure includono un divieto permanente sui prelievi inversi, una funzione che consente ai giocatori di scommettere nuovamente denaro che avevano precedentemente richiesto di ritirare dal proprio conto.

“Questo è un altro passo importante per rendere il gioco d’azzardo più sicuro e soprattutto dove le prove dimostrano che ci sono altre opportunità per farlo”, ha dichiarato l’amministratore delegato della Commissione Neil McArthur. Anche il ministro dello sport, del turismo e del patrimonio Nigel Huddleston ha accolto con favore la mossa, spiegando: “I passi in avanti di oggi aiuteranno a frenare l’intensità del gioco d’azzardo online, introducendo maggiori protezioni che ridurranno il rischio di danni correlati al gioco. Accolgo con favore le severe misure della Commissione mentre continuiamo la nostra revisione delle leggi sul gioco d’azzardo per assicurarci che siano adatte all’era digitale”.

 

 

 

 

PressGiochi