22 Settembre 2020 - 18:51

Regno Unito. Il BGC critica il paragone tra casinò e night club

Il Betting and Gaming Council (BGC) ha risposto ai suggerimenti secondo cui i casinò vengono considerati simili ai night club in termini di diffusione del Coronavirus. Durante una sessione di Facebook Live, il primo Ministro gallese Mark Drakeford ha paragonato i casinò ai locali notturni nel profilo di rischio

13 Agosto 2020

Print Friendly, PDF & Email

Il Betting and Gaming Council (BGC) ha risposto ai suggerimenti secondo cui i casinò vengono considerati simili ai night club in termini di diffusione del Coronavirus.

Durante una sessione di Facebook Live, il Primo Ministro gallese Mark Drakeford ha paragonato i casinò ai locali notturni nel profilo di rischio, sostenendo che c’era un “rischio aggiuntivo di diffusione del Coronavirus”. Rispondendo alle domande sulla potenziale riapertura dei casinò, Drakeford ha detto: “Siamo scesi in un numero piuttosto limitato di posti ora che non siamo stati in grado di riaprire in Galles e ovviamente continueremo a pensarci e vedere se c’è qualcosa che possiamo fare. Ho descritto i nightclub come luoghi bui e intimi, i casinò non sono la stessa cosa? Sono luoghi dove le persone sono vicine e dove l’atmosfera fa parte del prodotto che viene offerto. L’atmosfera è quella in cui ci sono ulteriori rischi di diffusione del Coronavirus, quindi penseremo attentamente ai casinò e al piccolo numero di luoghi che non possono riaprire come parte dell’attuale revisione di tre settimane”. Rispondendo alle affermazioni, il BGC ha esortato il Primo Ministro e i membri della sanità pubblica del Galles a visitare un casinò locale per vedere le misure che sono state messe in atto per garantire che sia i visitatori che il personale rimangano al sicuro.

 

In una lettera a Drakeford, il presidente del BGC, Michael Dugher, ha fatto notare il suo forte disaccordo con il confronto tra casinò e night club definendolo “né vero né giusto” e ha evidenziato l’impatto che l’incertezza stava avendo sul personale impiegato nei quattro casinò in Galles, spiegando: “I casinò non sono neanche lontanamente come i nightclub e hanno investito molto per garantire che i locali siano sicuri sia per i nostri colleghi che per i clienti. Garantire la sicurezza del nostro personale e dei clienti è fondamentale e l’ampio lavoro svolto dal settore per garantire che i casinò siano pronti a riaprire in sicurezza lo dimostra. I nostri membri hanno lavorato a stretto contatto con gli organismi di sanità pubblica e sono stati rassicurati sul fatto che le misure in atto, come schermi, attrezzature di sanificazione e sofisticati sistemi di tracciabilità, nonché forti misure di distanziamento sociale. I quattro casinò che operano in Galles sono pronti e desiderosi di riaprire al pubblico in sicurezza e di fare la loro parte nella ricostruzione dell’economia”.

 

 

PressGiochi