19 Settembre 2020 - 07:49

Regno Unito. Il BGC chiede sostegno per le attività terrestri

Brigid Simmonds OBE, presidente del Betting and Gaming Council (BGC) del Regno Unito, ha invitato il Governo a considerare le esigenze dei punti vendita di scommesse al dettaglio per una ripresa della attività terrestri.

16 Settembre 2020

Print Friendly, PDF & Email

Brigid Simmonds OBE, presidente del Betting and Gaming Council (BGC) del Regno Unito, ha invitato il Governo a considerare le esigenze dei punti vendita di scommesse al dettaglio per una ripresa della attività terrestri. Il Comitato per le comunità e il Governo ha avviato un’indagine su come sostenere le strade principali britanniche a seguito della pandemia. Simmonds ha spiegato che l’indagine dovrebbe considerare le esigenze dei 6.900 punti scommesse del Regno Unito, che danno lavoro a 14mila persone e affermando che l’industria ha bisogno di supporto in un momento in cui il traffico rimane solo a un quarto dei livelli pre-COVID-19.

“Le attività sulle strade principali, a mio avviso, sopravviveranno solo grazie al sostegno e all’intervento del Governo. Le raccomandazioni del comitato devono essere incisive e coraggiose. Visto che l’ospitalità, il tempo libero e il turismo danno un contributo così vitale all’economia del Regno Unito, le loro esigenze devono essere in prima linea nella nostra ripresa economica” ha dichiarato Simmonds, chiedendo all’indagine del comitato ristretto di rivedere almeno le tasse. Simmonds ha poi spiegato: “Indubbiamente, l’indagine dovrà esaminare le tasse sugli affari che sono necessarie per la revisione fondamentale per alcuni anni. Quest’estate c’è stato anche un importante dibattito sugli affitti e sui proprietari intrattabili, che è un altro argomento su cui discutere”.

 

 

 

PressGiochi