27 Novembre 2021 - 15:12

Regno Unito: Governo chiamato a regolamentare le estrazioni a premio e i concorsi

Il governo del Regno Unito viene esortato a regolamentare le estrazioni a premi allo stesso modo del gioco d’azzardo, poiché uno studio mostra che nell’ultimo anno sono state pagate iscrizioni

25 Novembre 2021

Print Friendly, PDF & Email

Il governo del Regno Unito viene esortato a regolamentare le estrazioni a premi allo stesso modo del gioco d’azzardo, poiché uno studio mostra che nell’ultimo anno sono state pagate iscrizioni per un valore di £ 117 milioni con carte di credito.

Una ricerca condotta dalla società di lotterie australiana Jumbo Interactive, che possiede e gestisce anche lotterie nel Regno Unito, ha scoperto che un’attuale scappatoia consente alle estrazioni a premio di evitare le normative che riguarda lotterie e estrazioni. La ricerca ha rilevato che quasi una persona su 10 che ha partecipato alle estrazioni di premi delle lotterie che ad esempio offrono la possibilità di vincere case multimilionarie o auto di lusso, per giocare si è indebitata.

Lo studio solleva preoccupazioni per la protezione dei consumatori sull’uso della carta di credito e anche sulla mancanza di trasparenza in merito a premi e donazioni di beneficenza. L’uso delle carte di credito per scommettere è stato vietato nell’aprile 2020, ma una scappatoia nel regolamento come questa evidenzia che non ci sono restrizioni sull’estrazione di premi commerciali o sulle società di concorsi a premi.

Le estrazioni a premi di escludono il regolamento perché offrono l’ingresso “gratuito” attraverso la possibilità di giocare al costo di un francobollo. Nonostante l’opzione “ingresso gratuito”, nell’ultimo anno sono stati spesi circa £ 860 milioni per le partecipazioni alle estrazioni a premi. Lo studio ha rilevato che le estrazioni a premi e i concorsi che promettono una donazione in beneficenza aumentano le probabilità di partecipazione del 45% dei partecipanti, ma oltre la metà dei giocatori (57%) ha ammesso di non aver verificato quanti soldi sono stati destinati a buone cause.

Jumbo Interactive ha chiesto al governo del Regno Unito di introdurre una regolamentazione per il crescente mercato delle estrazioni a premi e dei concorsi. Ha anche avvertito i consumatori di controllare i termini e le condizioni poiché c’è poca applicazione delle donazioni minime, al contrario delle lotterie della società regolamentate, che danno un minimo del 20% delle vendite lorde dei biglietti a buone cause.

Nigel Atkinson, direttore generale di Jumbo Interactive per il Regno Unito, ha dichiarato: “Un enorme importo viene speso in carte di credito per estrazioni a premi, spingendo le persone a indebitarsi, nonostante l’opzione di ingresso gratuito al gioco sia il motivo per cui questi sono esenti dalla supervisione normativa del Governo. Con così tanti soldi che passano di mano, il governo deve esaminare la corretta regolamentazione delle estrazioni a premi e dei concorsi per proteggere meglio i consumatori”.

PressGiochi