21 Gennaio 2021 - 19:00

Regno Unito. Gambling Commission multa BoyleSports per 2,8 milioni di sterline

A BoyleSports è stata inflitta una sanzione di 2,8 milioni di sterline e gli è stato ordinato di soddisfare i requisiti aggiuntivi relativi alla licenza di gioco d’azzardo online a seguito di un’indagine della Gambling Commission sui fallimenti relativi al riciclaggio di denaro.

11 Novembre 2020

Print Friendly, PDF & Email

All’operatore BoyleSports è stata inflitta una sanzione di 2,8 milioni di sterline e gli è stato ordinato di soddisfare i requisiti aggiuntivi relativi alla licenza di gioco d’azzardo online a seguito di un’indagine della Gambling Commission sui fallimenti relativi al riciclaggio di denaro. L’applicazione delle sanzioni da parte della Commissione ha affermato che i domini Boylesports.com e Boylecasino.com dell’operatore non erano riusciti a salvaguardare “appropriate valutazioni del rischio di riciclaggio di denaro”, insieme a ulteriori inadempienze nei doveri e nei controlli antiriciclaggio. Di conseguenza, la Gambling Commission ha costretto BoyleSports a reclutare un “Money Laundering Reporting Officer (MLRO)” per ispezionare le transazioni e presentare i rapporti AML alla Commissione. Ulteriori requisiti del licenziatario ritengono che tutti i titolari di una licenza di gestione personale (PML) di BoyleSports, i dirigenti e il personale debbano seguire una “formazione antiriciclaggio esternalizzata”. La Commissione ha concluso che avrebbe continuato a controllare l’efficacia e l’impegno di BoyleSports nelle sue politiche, procedure e controlli AML. Richard Watson, direttore esecutivo della Gambling Commission, ha dichiarato: “È fondamentale che tutte le attività di gioco d’azzardo abbiano politiche e procedure antiriciclaggio efficaci e saldamente in atto e come parte del nostro continuo impegno nell’innalzare gli standard continueremo a intraprendere un’azione dura contro gli operatori che rispettano questi criteri”.

 

 

PressGiochi