29 Settembre 2020 - 13:02

Regione Emilia Romagna: S.G.I. e AS.TRO auditi per i corsi di formazione

L’avvocato Silvia Taraddei, d.g. di AS.TRO, ha partecipato, a nome di tutta la Federazione Sistema Gioco Italia, all’incontro tenutosi  in Regione per l’organizzazione dei corsi di formazione obbligatori previsti dalla

02 Febbraio 2015

Print Friendly, PDF & Email

L’avvocato Silvia Taraddei, d.g. di AS.TRO, ha partecipato, a nome di tutta la Federazione Sistema Gioco Italia, all’incontro tenutosi  in Regione per l’organizzazione dei corsi di formazione obbligatori previsti dalla legge dell’Emilia Romagna come onere a carico dei “preposti” e “dei titolari” di licenze relative a sale giochi e sale dedicate.

All’esito della riunione si è potuto constare che non sarà probabilmente possibile rispettare il termine di legge dell’11 marzo 2015 al fine di allestire i percorsi formativi, e che pertanto occorrerà adottare delle procedure di informazione alle polizie locali per la notifica della eventuale proroga.

Allo stato attuale, infatti, non risulta completato l’elenco degli Enti accreditati alla formazione, non risulta ultimato l’elenco dei sanitari regionali messi a disposizione per la parte del corso relativa al GAP, mentre per la parte “normativa” si lascerà libertà di scelta agli Enti di utilizzare le docenze reputate più consone.

I costi dei corsi non sono stati sottoposti a prezzi definiti e obbligatori, e pertanto sul punto non esistono vincoli di carattere normativo.

PressGiochi