30 Settembre 2020 - 03:37

Ravenna. Modifiche al Rue: “case da gioco da contenere il più possibile”

Dagli incentivi per costruire nuovi alberghi alle agevolazioni alle attività commerciali nel forese, con la possibilità di cambiare la destinazione d’uso. Strizza l’occhio alle esigenze del mercato la variante al

22 Luglio 2015

Print Friendly, PDF & Email

Dagli incentivi per costruire nuovi alberghi alle agevolazioni alle attività commerciali nel forese, con la possibilità di cambiare la destinazione d’uso. Strizza l’occhio alle esigenze del mercato la variante al Rue del Comune di Ravenna, sbarcata oggi in consiglio comunale per l’adozione. Ma non alle case da gioco, da “contenere il più possibile, confinando quelle nuove in aree produttive lontane dai centri abitati e con previsione di standard superiori” e negando ampliamenti.

Soddisfatto il consigliere della Lega Nord, Paolo Guerra, che con una mozione sottolinea la mancanza di un regolamento. Anche il logo con cui la Regione premia le attività “slot free”, rimarca, “non è sufficiente”.

 

Il Pd concorda con Guerra una nuova versione e si va verso l’approvazione. La variante al Rue, spiega l’assessore all”Urbanistica Libero Asioli, snellisce le regole del vecchio regolamento.

 

PressGiochi