03 Dicembre 2022 - 13:45

Ravenna. Ass. Baroncini: “Non abbassiamo la guardia sul gioco d’azzardo”

Promuovere la prevenzione del gioco d’azzardo patologico è lo scopo di Run to win, una camminata ludico-motoria non competitiva di 7 km in programma il 5 novembre a Ravenna con

03 Novembre 2022

Print Friendly, PDF & Email

Promuovere la prevenzione del gioco d’azzardo patologico è lo scopo di Run to win, una camminata ludico-motoria non competitiva di 7 km in programma il 5 novembre a Ravenna con partenza alle 15.30 dal parco Teodorico.

Organizzata da Esc (lo sportello gratuito per i giocatori d’azzardo e loro familiari nato nel 2020 da un progetto dei Comuni di Ravenna, Cervia e Russi e di Ausl Romagna), in collaborazione con Uisp Ravenna-Lugo, è una novità per Ravenna. La prima Run to win si è svolta il 3 settembre a Longiano come corsa competitiva, da un’idea dell’associazione “In sé” ed è nata per sensibilizzare le persone rispetto al fenomeno del gioco d’azzardo

Adatta a tutte le persone, la passeggiata si svolge perlopiù in area pedonale attraversando le vie del centro cittadino e tornando al parco Teodorico per un totale di 7 chilometri. Sarà possibile iscriversi a partire dalle 14 del giorno stesso e ai primi 300 partecipanti sarà consegnata una maglietta tecnica in omaggio, a tutti sarà offerto un piccolo ristoro finale. Il costo di iscrizione è di 2,50 euro.

Esc sostiene persone con problemi legati al gioco compulsivo, offrendo consulenze gratuite di tipo psicologico e legale. Realizza inoltre attività formative e di prevenzione del gioco problematico. «Contro il gioco d’azzardo non dobbiamo abbassare la guardia e ogni iniziativa ci consente di puntare l’attenzione su questa vera e propria patologia – afferma l’assessore alle Politiche sociali, Gianandrea Baroncini –. Sono purtroppo tante le persone che di gioco d’azzardo si ammalano e spesso, prima di ammettere la propria condizione e chiedere aiuto, lasciano trascorrere mesi o anni. In questo modo, purtroppo, peggiorano la propria situazione, arrivando a mettere in discussione legami familiari e amicizie, indebitarsi e andare incontro ad altre conseguenze che potrebbero essere evitate rivolgendosi a strutture e servizi competenti. Per questo ESC, progetto dei Servizi sociali di Ravenna, Cervia e Russi gestito da Villaggio Globale coop sociale, in collaborazione con il SerD e il Centro per le famiglie, oltre a gestire uno sportello di ascolto che offre consulenze gratuite ai giocatori e ai familiari, ha prodotto un valore aggiunto importante e partecipa alla costruzione di una maggiore consapevolezza tra le persone».