28 Settembre 2020 - 20:31

Rapporto Ue. Giochi e scommesse nel mirino delle mafie europee

100 miliardi di euro all’anno. Ecco quanta vale il giro di affari della criminalità organizzata in Europa. Una cifra in costante crescita. Le organizzazioni criminali europee si stanno arricchendo sempre

04 Maggio 2015

Print Friendly, PDF & Email

100 miliardi di euro all’anno. Ecco quanta vale il giro di affari della criminalità organizzata in Europa. Una cifra in costante crescita. Le organizzazioni criminali europee si stanno arricchendo sempre di più, il loro fatturato rappresenta in media l’1% del PIL dei paesi dell’Unione, in quelli dell’Europa dell’est la percentuale è maggiore. Questi i dati forniti dal rapporto ‘Organized crime portfolio’, prodotto da Transcrime per la Commissione Europea che si e’ focalizzato su sette Paesi (Finlandia, Francia, Irlanda, Italia, Olanda, Spagna e Gran Bretagna).

Il mercato più redditizio resta quello del traffico di stupefacenti. Eroina, cocaina e cannabis. Senza contare la tratta di esseri umani, la frode fiscale, il traffico di armi, e il contrabbando di sigarette. Per ripulire il denaro sporco questi gruppi si infiltrano nell’economia legale.
Bar, discoteche, ristoranti e il gioco d’azzardo sono ottime coperture per il riciclaggio di denaro sporco. I settori preferiti per reinvestire: trasporti, logistica, grande distribuzione, e ultimamente l’eolico e la gestione dei rifiuti. Nonostante il valore dei beni confiscati sia aumentato, studi recenti dimostrano una discrepanza tra gli investimenti delle organizzazioni criminali e il volume delle confische da parte delle autorità europee. Servono dunque un maggior lavoro di intelligence e una maggiore cooperazione tra gli Stati membri. Negli ultimi anni sono stati fatti notevoli passi in aventi. Il sistema bancario in Europa finora ha svolto un grande lavoro con la lista nera dei paesi off-shore. Certo si può e si deve fare di più. Anche perchè con la libera circolazione in Europa è più facile spostare denaro sporco e investire in altre paesi.

Sale giochi e scommesse – Secondo il rapporto diTranscrime in Italia sarebbero proprio sale slot e sale scommesse nel mirino della criminalità organizzata. Il gioco d’azzardo, sia lega e che illegale rappresenta un peridolo per la possibilità di essere sfruttato a fini illeciti come il riciclaggio di denaro, il furto, la frode e l’usura.

Per quanto riguarda invece le scommesse, il match fixing legato ai campionati di calcio rappresenta un fenomeno in crescita ed è oggetto dell’interesse delle organizzazioni criminali, tanto che il 7% delle partite di calcio giocate nel corso dell’anno sono sospette a manipolazione.

PressGiochi