16 Settembre 2021 - 12:06

Ramella (Sogei): “Le migliori professionalità a disposizione del controllo del gioco legale”

Le nostre prossime tappe al fianco dell’Agenzia saranno la definizione della dematerializzazione delle ricevute di gioco

29 Luglio 2021

Print Friendly, PDF & Email

“Con i nostri sistemi garantiamo sicurezza e trasparenza a tutti gli stekeholders del mondo del gioco, aiutiamo a far entrare all’erario il dovuto e garantiamo ai giocatori un contesto regolamentato e sicuro.

La regolamentazione italiana è considerata un’eccellenza in ambito europeo e Sogei collabora sin dal 1998 nel supporto alla rete del gioco pubblico fino ad arrivare all’ultima novità di quest’anno con la lotteria degli scontrini”.

Lo ha dichiarato Carla Ramella responsabile ADM in Sogei intervenendo a SBC Digital Italia.

 

“Gestiamo 10 miliardi di transazioni per il gioco e ci sono 7,6 milioni di conti di gioco aperti.

Negli anni – spiega – abbiamo offerto competenze e affrontato sfide per garantire l’offerta di gioco in un contesto controllato e monitorato che permetta agli operatori un servizio sicuro ed affidabile.

Nel 2019 all’erario sono stati versati 11 mld di euro. Lavoriamo anche per individuare comportamenti illegali e abbiamo sviluppato tool per aumentare il controllo di ADM, abbiamo industrializzato un’infrastruttura tecnologica basata sul paradigma dei big data.

Le tecnologie innovative ci hanno permesso di creare banche dati integrate per realizzare un quadro di insieme delle informazioni detenute.

L’anagrafe dei conti di gioco è stata affiancata al Rua, registro unico autoesclusioni, che permette al giocatore di limitare il proprio accesso ai giochi autorizzati. Abbiamo sviluppato un sistema di monitoraggio territoriale, SMART che permette di consultare con facilità tutti i dati relativi al gioco fisico.

Siamo impegnati nel contrasto all’illegalità soprattutto per le scommesse e i giochi che hanno evidenziato una grande espansione.

Presto presenteremo un’app che permetterà ai giocatori la verifica delle giocate e dei locali autorizzati, la liceità del funzionamento degli apparecchi da gioco in relazione ai limiti orari locali.

Le nostre prossime tappe al fianco dell’Agenzia saranno la definizione della dematerializzazione delle ricevute di gioco al posto di quelle cartacee in uso; l’implementazione degli strumenti del Cad ai servizi; realizzazione di piattaforme che consentiranno di rendere concreto il processo di inperoperabilità delle banche dati della PA.

Supporteremo l’Agenzia anche nel lavoro di riforma del settore per continuare a contrastare illegalità ed illeciti”.

 

PressGiochi