28 Settembre 2020 - 17:21

Rai. Striscia la Notizia critica gli spot al gioco d’azzardo promossi dal servizio pubblico e ci scappa il Tapirone

Un tapiro gigante alla direzione della Rai consegnato direttamente a Sanremo – sede del casinò – per criticare l’associazione di giochi trasmessi in tv sul servizio pubblico a veri e

13 Febbraio 2015

Print Friendly, PDF & Email

Un tapiro gigante alla direzione della Rai consegnato direttamente a Sanremo – sede del casinò – per criticare l’associazione di giochi trasmessi in tv sul servizio pubblico a veri e propri giochi d’azzardo con la possibilità di essere reindirizzati a giochi online. Striscia la notizia accoglie la denuncia fatta dall’Unione Nazionale dei Consumatori guidata da Massimiliano Dona che in questi giorni ha presentato una denuncia all’antitrust. Dona aveva segnalato alla presidenza della Rai il rischio che il gioco Affari tuoi si traducesse in un vero e proprio azzardo, per il fatto che non essendo un gioco di abilità ma di sola fortuna rappresentava indubbiamente la trasmissione di un messaggio diseducativo.

Non solo. Affari tuoi è anche un gioco online sul quale si può scommettere andando sulla piattaforma web di un concessionario. Per Striscia la Notizia, la trasmissione di fatto invita al gioco d’azzardo e incentiva coloro che non possono giocare in tv a farlo online… allora anche durante il gioco dei pacchi sarebbe necessario mandare in sovraimpressione messaggi come ‘Il gioco è vietato ai minori’, ‘Il gioco d’azzardo causa dipendenza’ con tanto di probabilità di vincita.

Per il tg satirico guidato da Antonio Ricci anche il programma condotto da Fabrizio Frizzi L’Eredità rappresenta un modo di pubblicizzare l’azzardo attraverso la Rai. Esiste infatti un omonimo gratta e vinci che quando fu presentato da Lottomatica enfatizzava la possibilità di immedesimarsi nel gioco trasmesso su Rai Uno. Striscia si è appellata direttamente alla Commissione Vigilanza sulla Rai affinché non venga veicolato attraverso il servizio pubblico un spot al gioco. Proprio in questi giorni lo stesso presidente della commissione parlamentare di Vigilanza sulla Rai, Roberto Fico, deputato del Movimento 5 stelle, ha lanciato la campagna FirmeRai per l’approvazione del nuovo contratto di servizio che permetterebbe tra le altre cose di bandire il gioco d’azzardo nel servizio pubblico.

Gioco d’azzardo o no, di abilità o aleatorio, va detto che forse Affari tuoi tra denunce, ricorsi, sanzioni e controdenunce, da quanto è nato con Paolo Bonolis nel 2003, il vero azzardo lo ha rappresentato solo per la stessa radiotelevisione pubblica italiana.

L’Unione Nazionale Consumatori denuncia “Affari tuoi” per legame con gioco online  offerto da 888.it

RAI. Fico (Comm. Vigilanza): “Con il nuovo contratto di servizio niente spot su gioco d’azzardo”

Dona (UNC): “Da Delega fiscale ci aspettiamo una razionalizzazione della pressione fiscale su tutte le tipologie di gioco e contrasto all’illegalità”

 

PressGiochi