27 Novembre 2021 - 14:41

Promuovere la diversità e l’inclusione nel gaming: l’ECA assegna quattro borse di studio

La European Casino Association è lieta di annunciare i vincitori della borsa di studio ‘ECA Diversity Scholarship’ di quest’anno, sponsorizzata da AGEM, Clarion, dall’International Gaming Institute dell’Università di Las Vegas

24 Novembre 2021

Print Friendly, PDF & Email

La European Casino Association è lieta di annunciare i vincitori della borsa di studio ‘ECA Diversity Scholarship’ di quest’anno, sponsorizzata da AGEM, Clarion, dall’International Gaming Institute dell’Università di Las Vegas e dall’ECA. La Diversity Scholarship è aperta a tutti i dipendenti membri dell’ECA e nel suo quarto anno premia più candidati che mai per partecipare al rinomato Programma di sviluppo esecutivo (EDP).

L’EDP è un prestigioso corso di leadership nel gioco, una partnership tra l’UNLV International Gaming Institute e l’Università del Nevada, Reno College of Business and Extended Studies. La borsa di studio copre l’intero costo del programma, che quest’anno, come l’ultimo, sarà realizzata online a causa delle restrizioni del Covid-19. In tre decenni, l’EDP è diventato un punto di riferimento per i dirigenti del gioco che cercano di portare la propria carriera a un livello superiore, il cui obiettivo è quello di costruire capacità di leadership e gestione e sviluppare il pensiero strategico. È un’occasione unica per apprendere e condividere le migliori pratiche con colleghi di tutto il mondo.

La giuria delle organizzazioni promotrici ha esaminato le candidature e ha premiato quattro ambiziosi colleghi uomini e donne dell’industria europea dei casinò terrestri che aspirano a una posizione di leadership e sperano di ampliare la propria formazione professionale.

“Il programma di borse di studio dell’ECA riconosce il contributo che gli individui hanno dato all’interno dei loro ruoli quotidiani che incarnano la natura inclusiva della nostra professione”, ha affermato il presidente dell’ECA Per Jaldung. “L’ECA ha premiato quattro candidati che lavorano a Monaco, Slovacchia, Svezia e Slovenia per prendere parte al programma per promuovere la crescita individuale dei professionisti del gioco che, attraverso le loro azioni, hanno sostenuto e rafforzato la diversità e l’inclusione all’interno del settore”.

 

Le borse di studio sulla diversità dell’ECA per il 2021 sono state assegnate ai seguenti candidati:

Joanna Petit – Supervisore dei giochi americani, Casino de Monte-Carlo, Monaco che ha dichiarato: “Essere una giovane manager donna non è stato facile in un mondo maschile. Ho trovato il mio posto e ho saputo unire la mia squadra attraverso entusiasmo, professionalità, ascolto e comunicazione”.

Shalini Kolling – Responsabile delle risorse umane, Casino Cosmopol, Svezia: “Credo che l’EDP abbia bisogno di più candidati come me che provengano da categorie minoritarie e possiedano la qualità fondamentale, ovvero una vera fame di garantire che gli individui e la loro organizzazione abbiano successo”.

Jan Pecha – Direttore generale del casinò, Olympic Casino, Slovacchia: “Sono molto positivo riguardo alla diversità. Sotto la mia guida, tutti hanno uguali diritti. Credo che l’EDP sarà un’esperienza molto preziosa”.

Darko Devic – Manager di giochi da tavolo, Casino Mond, Slovenia: “Sono rimasto piacevolmente sorpreso dal fatto che i membri maschi del nostro team possano richiedere la borsa di studio. A mio parere, è fondamentale essere consapevoli della disuguaglianza sul posto di lavoro per prevenirla”.

 

“La partnership formata con Clarion, l’Associazione dei produttori di apparecchiature da gioco (AGEM) e l’Università di Las Vegas ha creato un’opportunità per l’ECA di premiare quattro colleghi del settore per il loro eccezionale contributo alla diversità e all’inclusione nel settore dei giochi”, ha affermato il segretario ECA Hermann Pamminger. “Ciascuno dei destinatari di quest’anno incarna i valori di questo premio, avendo una passione per il settore e una comprensione ed empatia per la diversa composizione sia del front che del back-of-house nel settore dei casinò europei. L’EDP è un perfetto ricompensa per tale dedizione per favorire la loro crescita personale e professionale.”

 

PressGiochi