16 Luglio 2024 - 21:43

Poso (ADM): “RUE per gioco fisico ha caratteristiche diverse rispetto a quello per l’online”

“Questo studio realizzato dall’Università Tor Vergata sul Registro Unico degli esclusi si inserisce nel rapporto di collaborazione tra ADM e l’università proprio per fornire al regolatore gli strumenti utili per

10 Luglio 2024

Print Friendly, PDF & Email

“Questo studio realizzato dall’Università Tor Vergata sul Registro Unico degli esclusi si inserisce nel rapporto di collaborazione tra ADM e l’università proprio per fornire al regolatore gli strumenti utili per riformare al meglio l’offerta di gioco sulla base di studi scientifici.

Apprezzabile l’attualità del tema affrontato visto che la legge Delega prevede l’uso dell’autoesclusione e del suo rafforzamento.

Parlando dell’esclusione nel gioco a distanza questa misura è da tempo presente nell’offerta del giocatore che rinuncia a monte al proprio anonimato previsto per l’accesso al gioco online. Nel gioco fisico quello dell’anonimato invece è un importante argomento. Ricordo gli impatti dell’uso della tessera sanitari  sull’accesso al gioco tramite apparecchi.

La ricerca individua delle soluzioni proprio dove può presentarsi un rischio per il giocatore: è destinata quindi ad una cerchia limitata di soggetti. Le soluzioni tecnologiche, lo abbiamo visto, aiuta ad individuare i soggetti maggiormente a rischio.

Anche la comunicazione deve svolgere un ruolo, come aiuto e prevenzione per una maggiore tutela del giocatore”.

Lo ha dichiarato la dr.ssa Elisabetta Poso intervenendo alla presentazione della Ricerca sul Rue da parte dell’Università Tor Vergata.

Pressgiochi

×