24 Settembre 2020 - 17:20

Piscopo (Rai Pubblicità): “Niente spot del betting agli Europei 2016”

“La raccolta pubblicitaria per gli Europei è a quota 59 milioni di euro – ha dichiarato Fabrizio Piscopo, amministratore delegato Rai Pubblicità a Today Pubblicità Italia -, una somma destinata

14 Giugno 2016

Print Friendly, PDF & Email

“La raccolta pubblicitaria per gli Europei è a quota 59 milioni di euro – ha dichiarato Fabrizio Piscopo, amministratore delegato Rai Pubblicità a Today Pubblicità Italia -, una somma destinata a crescere a seconda dei risultati dell’Italia durante l’avanzamento del torneo, con l’eventuale ricorso a tempi supplementari e rigori in caso di pareggio”.

L’ad è fiducioso, infatti, nel raggiungimento a fine 2016 di un fatturato di 700 milioni di euro, in crescita del 6% (Europei compresi) rispetto ai 670 milioni con cui si era chiuso il 2015.

Tuttavia il risultato sarebbe potuto essere superiore vista l’assenza degli spot legati al gaming. Infatti come spiega Piscopo “da quest’anno, non ci saranno più a bilancio i 10 milioni di spot incassati dai Rai YO YO e i circa 4-5 milioni provenienti dalla pubblicità delle aziende del ‘betting’ che la Rai, come broadcaster di servizio pubblico, ha deciso di non raccogliere più”.

 

La stagione ‘sportiva’ della Rai proseguirà con le Olimpiadi di Rio, per le quali “l’obiettivo di raccolta è di 8 milioni di euro”, continua Piscopo.

PressGiochi