29 Settembre 2020 - 15:54

Pirrello (Agge) ad Agcai: “I problemi del settore hanno origini antiche, vi siete svegliati tardi!”

Eravamo certi non sarebbe mancata una risposta diretta del presidente dell’associazione Agge Sardegna, Francesco Pirrello, alle provocazioni di Agcai che in questi giorni si è scagliata contro la politica di

29 Luglio 2016

Print Friendly, PDF & Email

Eravamo certi non sarebbe mancata una risposta diretta del presidente dell’associazione Agge Sardegna, Francesco Pirrello, alle provocazioni di Agcai che in questi giorni si è scagliata contro la politica di tutte le sigle associative del gioco da intrattenimento sulla gestione della proposta per un nuovo contingentamento delle Awp nei pubblici esercizi.

Pirrello, va riconosciuto, nella sua carriera associativa, ha sempre operato per la tutela e la sopravvivenza del piccolo gestore di apparecchi da gioco, prima nella sua Regione di appartenenza, oggi in tutta Italia, e lo ha fatto spesso opponendosi alle logiche di mercato dei grandi operatori e delle multinazionali che preferirebbero magari un mercato più concentrato e una filiera più corta.

 

Di seguito la replica di Francesco Pirrello all’associazione Agcai:

“Gent.mo Benedetto Palese, è proprio vero ,“la volpe perde il pelo, ma il vizio… mai”. Non capisco cosa vuoi e/o dove vuoi arrivare. Se hai problemi di solitudine associativa… sono fatti tuoi, a che titolo e perché debbo renderti conto di quello che fa l’Associazione A.G.G.E. Sardegna, tra l’altro non risulti mai averne fatto parte. Se non ricordo male, tu sei quello che approfittando dell’ospitalità dell’A.G.G.E. Sardegna (in occasione della prima Convention a Roma), fingendo alleanza, hai “maldestramente” tentato (e continui) ad attirare a te numerosi nostri iscritti (questi sono fatti e non chiacchere!!!).

Pertanto, oggi come allora, ti ripeto cordialmente: vedi di preoccuparti meno e magari dedica più tempo a te stesso e al tuo seguito. D’altronde, come già dichiarato, ognuno è libero di attuare le proprie strategie e non è detto che tutti debbano “obbligatoriamente” condividerle. Sapessi, quante battaglie e quante delusioni ho dovuto affrontare e subire in passato in nome e per conto degli operatori e quante volte ho dovuto prendere le distanze da certi personaggi, ciononostante non ho mai gettato la spugna anzi ho fatto tesoro di quelle esperienze e quando posso faccio partecipi anche i miei allievi. Oggi, come ieri continuo ad andare avanti, grazie anche al consenso di molti, consenso conquistato con i fatti e la continua dedizione al lavoro, consapevole dei propri limiti e cercando quando possibile di adeguarmi ai tempi.

Tanto è vero che non credo sia necessario sposarsi per condividere un’intesa—ci sono anche le unioni civili… l’importante è rispettarsi!!!

Comunque il programma dell’A.G.G.E. Sardegna è stato più volte reso pubblico, così come altre iniziative, se vuoi conoscerne i particolari, chiamami o rivolgiti ai nostri delegati, posso solo aggiungere che di questi ultimi tempi pensiamo più alla praticità dell’azione piuttosto che alla ribalta, lasciamo ad altri tale compito (come per l’appunto L’AGCAI) e quando possibile siamo anche disponibili a partecipare!

Infine permettimi di ricordarti che i problemi del settore hanno origini antiche. Oggi ci troviamo in simili situazioni per gli errori di ieri. Ti sei svegliato tardi o sei ancora convinto di sognare!!! Un abbraccio, Franco Pirrello”.

 

PressGiochi

 

Scontro aperto tra Agcai e le altre sigle associative: “Agge è d’accordo con la proposta di riduzione delle Awp nei bar?”