01 Ottobre 2020 - 10:09

Pieve a Nievole. Il sindaco replica al M5S: “Non è accusando i sindaci che si risolve il problema della ludopatia”

Il sindaco di Pieve a Nievole Gilda Diolaiuti replica al Movimento 5 Stelle intervenuto su alcune aperture di sale da slot machine. «Gli uffici comunali non hanno rilasciato alcuna autorizzazione

21 Luglio 2015

Print Friendly, PDF & Email

Il sindaco di Pieve a Nievole Gilda Diolaiuti replica al Movimento 5 Stelle intervenuto su alcune aperture di sale da slot machine. «Gli uffici comunali non hanno rilasciato alcuna autorizzazione per l’apertura di una sala slot in via Don Minzoni -spiega il primo cittadino – ma anzi, appena pervenuta l’autorizzazione della questura di Pistoia ai soli fini di pubblica sicurezza, si sono immediatamente attivati per la verifica del rispetto delle distanze dai luoghi sensibili, come richiesto dalla legge .

L’amministrazione comunale non è certo favorevole al proliferare del gioco d’azzardo ma è per il rispetto delle regole, ragione per cui se le limitazioni previste dalla legge non sono garantite attiveremo tutto quanto è in nostra facoltà a tutela del rispetto delle norme. Non è accusando i sindaci che si risolve il problema della ludopatia e del proliferare delle sale da gioco, in quanto non esistono strumenti di contrasto al gioco lecito».

 

Pieve a Nievole. Il M5S: “Le nuove sale Vlt violano le norme regionali sul gioco”

 

PressGiochi