29 Luglio 2021 - 14:40

Piemonte: premiati i vincitori del concorso su usura e gioco d’azzardo

Sono stati proclamati i vincitori della 9a edizione del concorso “Cultura della legalità e dell’uso responsabile del denaro”, per l’anno scolastico 2020/2021, rivolto agli istituti di istruzione secondaria di secondo

15 Giugno 2021

Print Friendly, PDF & Email

Sono stati proclamati i vincitori della 9a edizione del concorso “Cultura della legalità e dell’uso responsabile del denaro”, per l’anno scolastico 2020/2021, rivolto agli istituti di istruzione secondaria di secondo grado del Piemonte. Un’ iniziativa nata per educare all’uso legittimo e responsabile del denaro, realizzata dal Consiglio regionale, tramite l’Osservatorio regionale sui fenomeni di usura, estorsione e sovraindebitamento, in collaborazione con l’Ufficio scolastico regionale per il Piemonte.

Secondo il componente dell’Udp, Giorgio Bertola, delegato all’Osservatorio, “nonostante le diffuse difficoltà causate dalla pandemia i ragazzi delle scuole piemontesi non hanno rinunciato a partecipare alla nona edizione del concorso. Siamo contenti della grande partecipazione che c’è stata, indicativa di interesse e sensibilità per l’argomento. Questo ci rende orgogliosi e fiduciosi sulla possibilità di sconfiggere piaghe tremende come l’usura, che fioriscono ancor più là dove manca una cultura dell’uso consapevole del denaro e della legalità”.

“Sono molto soddisfatto per l’impegno messo in campo dai ragazzi che hanno partecipato al concorso, promosso dal Consiglio regionale del Piemonte, tramite l’Osservatorio regionale sui fenomeni di usura, estorsione e sovraindebitamento, in collaborazione con l’Ufficio scolastico regionale per il Piemonte – ha affermato Gianluca Gavazza, anch’egli componente dell’Udp delegato all’Osservatorio -.I giovani sono il nostro futuro ed è nostro dovere insegnare loro cosa sia un bilancio famigliare, a utilizzare bene le risorse a disposizione e metterli in guardia nei confronti del denaro facile offerto dalla criminalità organizzata. Solo così si possono prevenire questi fenomeni che finiscono per distruggere intere famiglie”.

Il concorso consisteva nella realizzazione di un video, della durata massima di 2 minuti, sui fenomeni del sovraindebitamento e dell’usura ai tempi del Covid o, in alternativa, sul tema del gioco d’azzardo con particolare riferimento alle mafie, allo sviluppo di forme di dipendenza e all’indebitamento.

Cinque i video premiati frutto del lavoro di piccoli gruppi di studenti e precisamente:

L’Azzardo (Cinzia Ostorero, Sofia Masino, Anna Angela Piacenza, Asia Nobile e Alessandro Giuliano) e You belong to me (Massimiliano Gabriel Serra, Veronica Ricci, Simone Guarino Pappalardo, Gaia Correggia e Riccardo Campisi) dell’Istituto V.Alfieri di Asti, La vita non ha prezzo (Anita Gallo e Cristina Vezza), Tent-Azioni (Sara Agosto, Elisabetta Albrito, Martina Fogliati e Federico Genta) e Investi sul Futuro (Serena Bonetto Domenico Campestre, Ilaria Perinetto, Raffaele Ravera e Annalisa Rocca) realizzati dagli allievi dell’Istituto L. Einaudi di Alba.

Nell’ambito invece dei video realizzati da singoli studenti sono stati premiati Ludopatia opera di Raoul Brusasco dell’Istituto V. Alfieri di Asti  e Usura: un’utopistica speranza di risoluzione dei problemi finanziari ad una trappola senza via di uscita realizzato da Samuele Vacca dell’Istituto C. Cavour di Vercelli.

Alle scuole vincitrici verrà attribuito un riconoscimento in denaro, vincolato all’acquisto di strumenti o materiali informatici utili per la didattica a distanza e destinati a rimanere nella dotazione dell’istituto. I singoli studenti riceveranno inoltre in premio l’Abbonamento Musei Young.

 

PressGiochi