01 Marzo 2021 - 07:41

Perrone (Sapar Lazio): “Con chiusura, a rischio il 30% dei punti vendita e delle attività di gestione del gioco”

“Il comparto è al settimo mese di fermo, e non ci è dato sapere con certezza quando finirà. I punti vendita sono in enorme difficoltà, sia quelli nei quali il

21 Gennaio 2021

Print Friendly, PDF & Email

“Il comparto è al settimo mese di fermo, e non ci è dato sapere con certezza quando finirà. I punti vendita sono in enorme difficoltà, sia quelli nei quali il gioco è l’attività principale sia quelli per cui è un’attività accessoria. Le aziende di gestione, che sono il fulcro del comparto, stanno subendo il danno maggiore, perché sono ferme da troppi mesi e sono entrate nella pandemia con le ossa già rotte da questo eccessivo accanimento fiscale e normativo. È ragionevole pensare che il 30% dei punti vendita esclusivi non riaprirà, stessa percentuale per quanto riguarda le aziende di gestione e molte attività generaliste avranno grosse difficoltà a superare questo momento”.

Lo afferma a PressGiochi Gabriele Perrone, presidente della delegazione Lazio della Sapar parlando della chiusura delle attività del gioco pubblico dovuta alle restrizioni nazionali per contrastare il Covid.

 

PressGiochi