01 Ottobre 2020 - 20:28

Peleggi (ADM): “Sul gioco d’azzardo patologico è lo Stato l’unico a poter intervenire”

“Sulla questione della ludopatia e del mercato del gioco d’azzardo , è lo Stato che deve decidere se è un bene meritorio o no. È lo Stato che deve decidere

12 Luglio 2016

Print Friendly, PDF & Email

“Sulla questione della ludopatia e del mercato del gioco d’azzardo , è lo Stato che deve decidere se è un bene meritorio o no. È lo Stato che deve decidere se va ridotto il numero delle slot per combattere il gioco patologico o meno”.

Lo ha dichiarato il direttore dell’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli, Giuseppe Peleggi, in occasione del convegno Ares dal titolo “Il ruolo dello Stato come regolatore” durante il quale si è affrontata la tematica relativa al ruolo dello Stato come regolatore di determinati mercati tra cui quello del gioco pubblico.

 

Presente all’evento anche il sottosegretario Pier Paolo Baretta che ha ricordato: “Le regole con le quali si gestisce il rapporto tra Stato e mercato cambiano continuamente a questo comporta dei rischi come quello di far limitare l’intervento dello Stato stesso; anche la questione e l’intervento del fisco  è un aspetto da considerare.

Infine, altro aspetto da analizzare sono i rischi derivanti da un eccesso di regolazione da un lato e da una libertà di impresa dall’altro”. Sui giochi, ha ricordato Baretta che “il Governo sta intervenendo ad una razionalizzazione dell’offerta pubblica anche se sono forti i timori relativamente al rischio di eventuali infiltrazioni criminali che potrebbero arrecar ugualmente danni alla salute pubblica e ai cittadini”.

PressGiochi