07 Ottobre 2022 - 04:26

Pallavolo. La Polonia per la storia, Francia e Brasile credono nel titolo. L’Italia sogna la quarta corona iridata: Azzurri mondiali a 7,50

Ferdinando De Giorgi, per tutti Fefè, si abbraccia i suoi ragazzi dopo che l’Italia della pallavolo ha battuto per 3-0 la Turchia volando agli ottavi di finale del Mondiale. Il

30 Agosto 2022

Print Friendly, PDF & Email

Ferdinando De Giorgi, per tutti Fefè, si abbraccia i suoi ragazzi dopo che l’Italia della pallavolo ha battuto per 3-0 la Turchia volando agli ottavi di finale del Mondiale. Il CT della Nazionale non vuole caricare di troppe responsabilità i suoi ragazzi ma se c’è uno che sa come si vince un titolo iridato quello è lui visto che, nel 1998, faceva parte di quell’Italvolley che vinse il terzo e ultimo mondiale tricolore. L’Italia, per gli esperti Sisal, parte dietro rispetto agli squadroni odierni ma punta a sorprendere tutti e a riprendersi il tetto del mondo, impresa che si gioca a 7,50. Giannelli e compagni sono arrivati alla rassegna iridata sulle ali del trionfo agli Europei e puntano decisi a ripetere le imprese della generazione di fenomeni dove Fefè De Giorgi era parte integrante.

La Polonia di Nikola Gbic è la grandissima favorita sia perché gioca in casa sia perché da due edizioni non ha rivali a livello globale. I polacchi vogliono scrivere la storia e diventare, dopo Italia e Brasile, la nazionale che per tre volte consecutive si è aggiudicata il titolo mondiale. La Polonia nuovamente sul gradino più alto del podio si gioca a 3,00.

Il pericolo maggiore per i campioni arriva dalla Francia che vorrebbe regalarsi il suo primo alloro iridato. I transalpini, che al massimo possono vantare un terzo posto nel 2002, sono consapevoli di avere davanti a loro una grandissima occasione e faranno di tutto per sfruttarla: il loro trionfo è in quota a 4,00.

Il terzo gradino del podio, tra le favorite, se lo dividono equamente Brasile e Stati Uniti. I sudamericani sono animati da uno spirito di rivalsa visto che nelle ultime due rassegne mondiali si sono dovuti arrendere sempre all’atto finale contro la Polonia; gli statunitensi, terzi quattro anni fa, vogliono bissare il titolo conquistato nel 1986 da quei fenomeni che portano il nome di Karch Kiraly, Steve Timmons e Dusty Dvorak, tutti ammirati nel campionato italiano. Il successo di una tra Brasile e Stati Uniti pagherebbe 6 volte la posta.

 

PressGiochi