21 Settembre 2020 - 01:27

Palermo. Il Tribunale del Riesame dissequestra CED

Nei giorni scorsi a Palermo il Tribunale del Riesame ha disposto il dissequestro di un centro collegato all’operatore maltese B2875. Nell’ordinanza i giudici hanno esaminato la posizione di B2875 e

03 Luglio 2015

Print Friendly, PDF & Email

Nei giorni scorsi a Palermo il Tribunale del Riesame ha disposto il dissequestro di un centro collegato all’operatore maltese B2875. Nell’ordinanza i giudici hanno esaminato la posizione di B2875 e ripercorso gli ultimi anni del sistema concessorio italiano, dal bando Monti alla Legge di Stabilità, prendendo in considerazione l’insussistenza di esigenze cautelari per il titolare del CED. Secondo il collegio palermitano, quindi, non esiste “periculum in mora” e sono di conseguenza decadute le esigenze cautelari del caso. B2875 esprime soddisfazione per un provvedimento favorevole che spinge l’azienda a seguire fino in fondo il percorso già tracciato di rigida osservanza di tutte le previsioni di legge che si manifestano proporzionate e obiettive, contestando quelle ritenute discriminatorie e inique. I CED B2875 infatti, sono impegnati, nel lavoro quotidiano, a ottemperare a diverse disposizioni: tra queste il divieto del gioco minorile e le prescrizioni del Decreto Balduzzi, l’osservanza della normativa antiriciclaggio, oltre ovviamente, al rispetto, nell’offerta di gioco, del palinsesto ADM, l’unico che prevede la massima certificazione dei risultati.

PressGiochi