07 Agosto 2020 - 17:12

Palermo. Il Tar Sicilia sospende i limiti orari imposti alle sale bingo

Il tribunale amministrativo Regionale per la Sicilia ha accolto oggi l’istanza cautelare proposta dall’A.N.I.B. – Associazione Nazionale Italiana Bingo insieme ad altre sale Bingo difese dell’avv. Alessandro Dagnino contro i

24 Giugno 2020

Print Friendly, PDF & Email

Il tribunale amministrativo Regionale per la Sicilia ha accolto oggi l’istanza cautelare proposta dall’A.N.I.B. – Associazione Nazionale Italiana Bingo insieme ad altre sale Bingo difese dell’avv. Alessandro Dagnino contro i limiti orari introdotti dall’ordinanza del sindaco di Palermo nel dicembre del 2019.

L’ordinanza fissava limiti orari dalle ore 9:00 alle ore 13:00 e dalle ore 19:00 alle ore 24:00.

Per il Tribunale amministrativo “la limitazione dell’orario di apertura delle sale da gioco e di funzionamento degli apparecchi, soprattutto se la chiusura è disposta per un elevato numero di ore, deve essere supportata da un’adeguata istruttoria dalla quale si evincano le specifiche ragioni per le disposte limitazioni, in relazione alla particolare situazione locale.

Nel provvedimento impugnato non è dato evincere un adeguato riferimento a dati socio-sanitari, né ad una situazione di particolare problematicità del territorio comunale, o di alcune zone dello stesso, a fronte di una misura incisiva sull’attività lavorativa e di impresa”.

Per il Tar Sicilia, ha evidenziato che “nel bilanciamento dei contrapposti interessi, appare in concreto prevalente quello privato a riprendere l’attività, peraltro, allo stato, con le modalità stabilite, a seguito dell’emergenza da Covid-19, dalla recentissima ordinanza del Presidente della Regione Siciliana n. 25/2020”.

 

Tar Sicilia. Avv. Dagnino a PressGiochi: “Finalmente un Tribunale afferma che deve prevalere l’interesse alla ripresa dell’attività economica del gioco”

 

PressGiochi