15 dicembre 2019
ore 23:15
Home Casinò Pagan (Federgioco). “Grazie alla collaborazione con Baretta qualcosa si sta muovendo in materia di casinò”

Pagan (Federgioco). “Grazie alla collaborazione con Baretta qualcosa si sta muovendo in materia di casinò”

SHARE
Pagan (Federgioco). “Grazie alla collaborazione con Baretta qualcosa si sta muovendo in materia di casinò”

Carlo Pagan, Ad di Campione e alla guida di Federgioco, riflette non solo sulla situazione attuale dei casinò italiani, ma in generale sulla situazione del gioco nazionale descrivendo la necessità di affidare al settore a società capaci di offrire garanzie e sicurezze, ma esprime sostanziale ottimismo nel rapporto con le istituzioni. “In Francia sono presenti 200 case da gioco per 60 milioni di abitanti, in Svizzera 21 casino per 7 milioni di abitanti. Il nostro dato è noto, quattro case da gioco per 56 milioni di italiani.

Qualcosa, forse va rivisto- dichiara alla pagina economia e finanza di Repubblica.it- l rapporto tra gioco e territorio in questi ultimi anni è stato stravolto. Mentre si discuteva in modo serio su come riformare questo settore e soprattutto mentre ci si confrontava con la politica sulla razionalizzazione del mercato lungo il Paese, sono nate realtà locali che vivono di gioco, ma senza adeguate garanzie. La collaborazione con Baretta e con il sottosegretario al Ministero degli Interni Gianpiero Bocci è costante: oggi mi sento di dire che proprio grazie a questo rapporto, forse qualcosa di serio e concreto si sta muovendo anche in materia di casinò.

Un argomento che va affrontato seguendo linee di condotta già sperimentate con successo a livello europeo. In Svezia, Finlandia, Svizzera, solo per fare alcuni esempi, è stato messo in atto un codice di inibizione e autoinibizione che frena e in alcuni casi sbarra la strada a clienti con conclamate propensioni al gioco patologico. Un metodo efficace ma non applicabile in Italia, dove giuridicamente non si può inibire l’ingresso a un giocatore, pena la licenza di pubblico esercizio. Gli spazi di miglioramento sono ampi. Certo immaginare un discorso simile all’interno di un bar che gestisce tre macchinette, è praticamente impossibile”.

PressGiochi

 

Casinò di Campione: a gennaio le slot premiano 9 giocatori

banner

PASSWORD RESET

Inserisci codice di sicurezza * Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.


LOG IN