26 Settembre 2020 - 04:43

Orsi (Schio): “La decisione del Tar Veneto rafforza il fronte dei sindaci anti-slot”

“Si tratta di un primo passo importante che non soltanto crea un precedente e rafforza il fronte comune dei sindaci che hanno intrapreso questa iniziativa, ma che soprattutto con l’esercizio

13 Luglio 2015

Print Friendly, PDF & Email

“Si tratta di un primo passo importante che non soltanto crea un precedente e rafforza il fronte comune dei sindaci che hanno intrapreso questa iniziativa, ma che soprattutto con l’esercizio del buonsenso, antepone agli aspetti economici la salute e il benessere dei cittadini, che è anche il primo obiettivo che un sindaco deve sempre aver presente”. Il sindaco di Schio, Valter Orsi, commenta così la sentenza del Tar veneto che ha confermato il contenuto dell’ordinanze che limitano l’orario delle sale giochi e combattono il gioco d’azzardo patologico.

Si trattava di una ordinanza frutto di un accordo congiunto tra i comuni di Vicenza, Schio, Bassano del Grappa, Lonigo e Thiene, nella quale si limitava l’orario delle sale giochi e di funzionamento delle slot machine. Si stabiliva che l’attività fosse limitata a fasce orarie comprese tra le 10 e le 13 e le 17.00 e le 22, di tutti i giorni.

 

Tar Veneto conferma limiti orari a Schio: “La misura non è ex se idonea a risolvere il problema del Gap ma è legittima”

PressGiochi